“Sconto su tutte le bollette”. Ma chi lo invoca sta al governo….

sconto bollette

Sconto sulle bollette? Proposta intelligente rispetto ai cerottini del cosiddetto CuraItalia di Conte & c. Secondo due deputati, Luciano Nobili e Raffaella Paita, il dl CuraItalia ha del tutto trascurato i problemi dei consumatori. “Ed è grave non solo dal punto di vista economico ma anche medico. Non aver affrontato il tema dei consumi domestici comporta due ordini di problemi, dicono i due parlamentari. Da un lato, le famiglie, in moltissimi casi già in difficoltà per i mancati guadagni o addirittura il licenziamento, dovranno far fronte non solo al mutuo o all’affitto ma a spese in consumi, elettricità, gas e acqua, maggiori rispetto a quelle sostenute senza una permanenza forzata nelle proprie abitazioni”.

Appello per lo sconto sulle bollette: ma non lo potevate fare?

“Tali consumi eccezionali – sostengono – sono imposti dalle circostanze e indipendenti dalla volontà e dalle abitudini dei consumatori. Per questo andrebbe scontato tutto quanto eccede il consumo medio registrato della famiglia. Se lo Stato chiede, giustamente, alle persone di restare a casa, non puó poi voltarsi dall’altra parte quando si tratta di farsi carico degli effetti economici collaterali di quella richiesta. Per questo, come #ItaliaViva abbiamo lanciato l’appello per uno sconto su tutte le bollette. Allo stesso tempo, il pagamento delle bollette costituisce un’occasione di pericolosa concentrazione di cittadini all’interno degli uffici postali”. 

Perché Italia Viva parla dopo che il danno è stato fatto?

Sarebbe tutto giusto, lo sconto e quant’altro, se non che i due deputati di cui parliamo stanno nel governo Conte. Non avrebbero potuto farla notare prima questa discrasia? Che senso ha parlarne dopo che i giochi sono stati fatti? Italia Viva avrebbe dovuto imporsi prima del cosiddetto CuraItalia e far valere le sue ragioni. I due deputati sanno certamente che il loro governo ha amplirficato i poteri dell’Agenzia delle Entrate in un momento così difficile per categorie produttive, dipendenti, autonomi, ma non parlano né hanno impedito il compiersi di questo autentico misfatto. Ora voigliono lo sconto sulle bollette. Come si dice, meglio tardi che mai. Ma un governo così non è in grado di gestire un’emergenza come questa.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *