Sequestrata villa all’Infernetto e una Harley Davidson a un usuraio napoletano

usuraio napoletano

Maxi sequestro a un usuraio napoletano residente a Roma. Al termine di un’attività di indagine condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Eur, coordinati da Pm del pool della Procura della Repubblica di Roma che tratta, tra l’altro, i reati contro il patrimonio, diretto dal Procuratore Aggiunto Lucia Lotti, il Gip del Tribunale Ordinario di Roma ha disposto un sequestro preventivo. Il tutto finalizzato alla confisca, di beni mobili ed immobili di proprietà di un commerciante originario di Napoli, residente a Roma.

Operazione dei carabinieri di Roma Eur

L’uomo era stato arrestato in flagranza di reato dagli stessi Carabinieri del Nucleo Operativo dell’Eur lo scorso mese di maggio, poiché resosi responsabile del reato di usura ai danni di un imprenditore di Pomezia, venendo bloccato nel mentre riceveva dalla vittima due orologi di pregio del valore complessivo di 33.000 euro, quale parziale copertura del debito contratto.

I beni sequestrati all’usuraio napoletano

Le indagini hanno inoltre permesso di ricostruire l’attività criminale dell’indagato che ha concesso nel tempo, e sin dal 2018, prestiti usurari con un tasso mensile pari al 10%, percependo dalla vittima la somma contante di 347.000,00 euro a titolo di soli interessi. Il provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria ha consentito di sottoporre a sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, per equivalente numerosi beni. Nel dettaglio, somme di denaro giacenti sul conto corrente intestato all’indagato, che ammontano a 1.237,38 euro. Una villa a tre piani sita zona Infernetto a lui intestata, del valore di 320.000,00 euro. Un’autovettura Fiat Panda dal valore di 8.200,00 euro. Una motocicletta Harley-Davidson XL1200 CX dal valore di 11.500,00 euro.

Per approfondire