Si finge traslocatore, consegna droga. Arrestato spacciatore 30 enne al Nomentano

Aveva anche un nome in codice il finto traslocatore che consegnava droga a domicilio a Roma. ‘Scurnacchiat’era infatti il modo con cui l’uomo si faceva chiamare al telefono. Mentre fioccavano gli indirizzi presso cui recarsi per effettuare i traslochi. Peccato però che nessuno dei civici dettati al cellulare dovesse effettuare trasporti o cambiare il mobilio di casa. Perché in realtà il 30enne romano che sfrecciava con la sua auto per via Nomentana portava involucri molto meno pesanti. Ma infinitamente più preziosi. Esattamente sacchettini di droga. Da recapitare ai numeri che via via gli venivano forniti, “20….50….” o altro ancora. E al momento prescelto. Un giorno, due giorni. Sempre secondo i messaggi e le intercettazioni effettuati dagli agenti della Polizia di Stato della sezione Volanti. Che insospettiti dal via vai dell’auto dello spacciatore e dalla velocità elevata hanno deciso di fermare l’uomo per un controllo. Trovandolo subito nervoso, e molto insofferente alle domande. Con una scusa tra l’altro poco plausibile.

Vado di fretta, i distributori stanno chiudendo e devo fare rifornimento, avrebbe dichiarato il giovane alle Forze dell’Ordine. Abbastanza per avallare i sospetti degli agenti e procedere ad un controllo più accurato. Dal quale è emersa la verità che ha portato al fermo dell’individuo e al sequestro della droga.

Droga a fiumi a Roma. Ma la Raggi è impegnata con i nomi delle stazioni della metro

Arrestato ‘Scurnicchiat’, il corriere della droga del Nomentano. Negli slip aveva 21 involucri di cocaina

Patente e libretto per favore. Gli agenti della Squadra Volanti del Nomentano si erano insospettiti per il transito ripetuto di un’auto lanciata a forte velocità. Sempre nel tratto in prossimità di Piazza Sempione, percorso più volte in entrambi i sensi di marcia. Così hanno fermato la vettura e chiesto i documenti dell’uomo alla guida. Ma le sorprese sono arrivate direttamente dal cellulare del giovane trentenne che si è mostrato subito molto nervoso. Tanti messaggi in codice sullo smartphone del tizio, che si è qualificato come un traslocatore. Ma in realtà gli sms e i whatsapp nascondevano ben altro. Numeri e indirizzi ai quali consegnare sacchetti di droga. Già confezionati. Che nella perquisizione fatta sul posto dagli agenti, sono stati rinvenuti negli slip dell’uomo. Ben 21 confezioni di cocaina e tre di hascish che anziché essere consegnate ai clienti in attesa sono finite nelle mani della giustizia. E immediatamente sequestrate. Lo spacciatore seriale invece è stato subito arrestato. Adesso T.A. dovrà rispondere del reato di detenzione di stupefacenti a fine di spaccio. E la folle corsa sulla Nomentana del finto traslocatore sembra davvero finita per sempre.

https://www.ilcorrieredellacitta.com/ultime-notizie/roma-finge-di-dover-fare-dei-traslochi-per-scurnacchiat-ma-deve-consegnare-droga-arrestato-30enne.html

 

Per approfondire