Sicurezza, allarme della Regione Lazio: “Intervenire sul territorio con uomini e mezzi”

rapinatore, dettaglio

Sul fronte della sicurezza urbana “i numeri nel Lazio, in preoccupante peggioramento, segnalano un aumento di furti e rapine e delle chiamate al numero di emergenza per situazioni di pericolo. Come Regione Lazio vogliamo rispondere all’esigenza di maggiore tutela dei cittadini perché la sicurezza è condizione necessaria per garantire crescita e sviluppo e per assicurare benessere e tranquillità ai cittadini. Per questo le risorse spese in questo ambito rappresentano un investimento e non un costo”. Lo afferma in una nota l’assessora alla Sicurezza urbana, Luisa Regimenti.

Poteri alla Polizia Locale

“Vogliamo investire sul rafforzamento del corpo della polizia locale, che svolge un ruolo cruciale nel controllo del territorio, aumentando la dotazione di mezzi e creando una scuola regionale per renderla ancora più qualifica e professionale – spiega -. Stiamo lavorando, inoltre, per destinare risorse con la stipula dei Patti sicurezza al potenziamento dei servizi di videosorveglianza in accordo con le prefetture competenti”.

Cabina di regia

“Infine – aggiunge Regimenti – crediamo sia utile lavorare alla creazione di una cabina di monitoraggio in accordo con il Numero unico di emergenza del territorio e le prefetture del Lazio per mappare il territorio e avere dati costantemente aggiornati. I cittadini chiedono più sicurezza e la Regione Lazio, nell’ambito delle sue competenze, farà la sua parte a supporto delle forze dell’Ordine che desidero ringraziare per il lavoro che svolgono quotidianamente a favore dei cittadini”.

Per approfondire