Studente positivo al liceo Marymount: 60 persone in isolamento

Primo caso Covid alla scuola Marymount international di Roma: si tratta di un ragazzo dell’ultimo anno del liceo, risultato positivo al Coronavirus. Questa mattina la preside dell’istituto ha avvertito genitori e docenti ed è scattato il protocollo già previsto per questi casi: tutti gli studenti della classe e gli insegnanti che hanno avuto contatti col ragazzo sono isolamento domiciliare in attesa di fare i test.

Il Marymount aveva già iniziato le lezioni

Secondo la Asl Roma 1, sessanta persone, tra compagni di classe e insegnanti entrati in contatto con il giovane, sono in isolamento preventivo per monitorare eventuali sintomi.  La Marymount International School è una scuola paritaria cattolica che si trova nella zona nord della Capitale. Trattandosi di una scuola privata, le lezioni sono iniziate con un calendario differente rispetto agli altri istituti. E la stagione scolastica è partita nel peggiore dei modi.  La scuola intanto sta da subito provvedendo ad offrire lezioni agli studenti interessati, per non farli rimanere indietro con il programma.

“Le scuole del Lazio non sono pronte per il 14 settembre”

Il caso Marymount fa riflettere anche le forze politiche. “Si stanno evidenziando le difficoltà di mettere in sicurezza gli studenti in vista dell’apertura dell’anno scolastico, prevista per il 14 settembre. Pensiamo alla mancanza di attrezzature ( banchi e sedie). Di collaboratori e insegnanti. Alle problematiche legate al distanziamento, agli interventi di sanificazione, al trasporto scolastico e al trasporto pubblico. Inoltre, le linee guida sono state emanate qualche giorno fa e c’è poco tempo per adeguarsi, al fine di riaprire in totale sicurezza. Questi sono alcuni dei motivi che hanno spinto numerosi sindaci, amministratori locali e dirigenti scolastici a scrivere agli organi preposti per valutare seriamente la possibilità di posticipare l’inizio della scuola nel Lazio a dopo lo svolgimento del referendum e delle elezioni amministrative, che si terranno il 20 e 21 settembre”. Lo dichiara in una nota il consigliere di Fratelli d’Italia alla Regione Lazio, Antonello Aurigemma.

Il silenzio di Zingaretti e Di Berardino

“Mi auguro che il presidente Zingaretti, visto che ad oggi l’assessore Di Berardino in commissione ha parlato di incontri per risolvere i problemi confermando di fatto le criticità, possa valutare seriamente la possibilità di riprendere le lezioni nel tempo utile per adeguarsi a tutte le norme, garantendo la massima sicurezza agli studenti, ai familiari e al personale”, conclude Aurigemma.

Per approfondire