“Succhio” da record nel deposito di carburanti: rubano 150 litri di benzina

benzinai (2)

Hanno derubato 150 litri di carburante dai mezzi di lavoro parcheggiati in uno stabilimento industriale a Settebagni, per questo due italiani, un 35enne e una 21enne, sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di furto aggravato in concorso. I due si sono introdotti, nella serata di ieri, all’interno di uno stabilimento di produzione laterizie hanno asportato, mediante un tubo in gomma, il carburante da alcuni mezzi da lavoro e da un distributore di rifornimento.

Blitz dei carabinieri

I carabinieri della compagnia Cassia, in transito nella zona, hanno notato i due a bordo della loro auto, pronti ad allontanarsi, e li hanno fermati per una verifica. Il controllo ha permesso ai militari di rinvenire, a bordo del veicolo, svariate taniche contenti gasolio agricolo per un ammontare complessivo di ben 150 litri e il tubo in gomma utilizzato. L’arresto dei due è stato convalidato.

La pena per il furto di carburante

Il furto di benzina costituisce una forma di furto aggravato. Per la precisione, rubare carburante direttamente dal serbatoio dei veicoli – ad esempio, travasandolo con un tubo o bucando il serbatoio stesso – costituisce una forma di furto aggravato per l’utilizzo di un mezzo fraudolento. La pena è la reclusione da due a sei anni.

Per approfondire