Superbonus, governo schizofrenico: a migliaia in piazza contro le scelte di Draghi

superbonus partitalia

Manifestazione di migliaia di persone a Roma, in Piazza della Repubblica, per chiedere lo sblocco delle cessioni dei crediti fiscali. La manifestazione è stata organizzata da Partitalia, Associazione delle Partite Iva, insieme alla Class Action Nazionale dell’Edilizia, alla Federazione Artigiani Commercianti Italiani, a Le Partite Iva Italia, all’Associazione Tecnici e Costruttori, a Edil Cons-sì e alla Confederazione Sindacati Lavoratori Europei. Le sigle contestano le modalità con le quali il governo Draghi ha cambiato le regole sulle cessioni dei crediti, accusando l’esecutivo di aver creato incertezza per aziende e clienti. E quindi di mettere a rischio il futuro oltre mezzo milione di famiglie italiane. “Il governo recepisca le richieste del comparto e ridia slancio a un’economia messa in ginocchio prima dalla pandemia e poi dalla guerra.

Si chiede un’inversione di tendenza sul superbonus

Non c’è tempo da perdere”, afferma Michel Fabrizio, vicepresidente di Partitalia. In piazza una distesa di caschi gialli auspica dunque una netta inversione di tendenza. Piccoli e medi imprenditori lamentano infatti di ritrovarsi con il cassetto fiscale pieno di crediti che non riescono a riscuotere e, contemporaneamente, con i conti in rosso, poiché gli istituti bancari non concedono più finanziamenti. Le sigle chiedono inoltre che una propria delegazione si riceva al Mef. “Siamo a un giro di boa”, continua Michel Fabrizio “sul Superbonus quasi tutti i partiti sembrano concordi nel voler salvare una misura che ha fatto ripartire l’edilizia e tutta l’economia italiana. Viene allora da chiedersi per quale motivo Draghi e Franco si ostinino a non voler ascoltare quanto chiedono imprese e lavoratori” conclude.

Volontà politica di affossare ciò che ha rimesso in moto l’economia italiana

E infatti due delegazioni di manifestanti ricevute da Mef e Bankitalia per presentate le proprie richieste sulle cessioni dei crediti fiscali relativi al Superbonus. Gli incontri hanno visto la prima delegazione essere ricevuta dal sottosegretario al Mef Alessandra Sartore. Mentre la seconda dal responsabile per Roma e il Lazio di Bankitalia. Per Partitalia erano presenti rispettivamente Michel Fabrizio (vicepresidente) e Claudio Pescatore (dirigente nazionale). “Le delegazioni sono rimaste deluse dai risultati dell’incontro. Sembra esserci una chiara volontà politica di affossare il Superbonus. Con le frodi che rappresentano soltanto una scusa”, dicono i due membri di Partitalia, l’Associazione delle Partite Iva.

 

Per approfondire