Tenera è la notte alle Terme di Caracalla di Roma: dal 3 al 22 luglio e dal 2 al 25 settembre

terme di caracalla (2)

Le monumentali vestigia delle Terme di Caracalla splendono al chiarore della luna. Grazie a un ciclo di aperture serali con inaugurazione il 3 luglio, la Notte dei Musei, a ingresso a un euro con prenotazione obbligatoria, fino al 22 luglio e dal 2 al 25 settembre, dalle ore 20 alle ore 23. A cura della Soprintendenza Speciale di Roma in collaborazione con Electa, “Tenera è la notte alle Terme di Caracalla” presenta alcune novità. Per la prima volta i visitatori potranno scegliere di visitare di notte il suggestivo sito delle Terme in due modi. O con una visita semplice, una passeggiata libera tra i grandi mosaici e i resti delle vasche, la decorazione architettonica, le palestre, la natatio e il frigidarium. Ooppure con una visita guidata che consentirà anche di scoprire i sotterranei, il Mitreo e la Mela Reintegrata di Pistoletto.

Terme di Caracalla un’inesauribile fonte di meraviglia

Inoltre durante la serata di giovedì 8 luglio i visitatori potranno assistere alla performance Frigidarium21 di Riccardo Vannuccini con la compagnia le Scarpe di van Gogh. “Le Terme di Caracalla sono un’inesauribile fonte di meraviglia, che viene esaltata dall’atmosfera delle sere d’estate – afferma Daniela Porro, Soprintendente Speciale di Roma –. Finalmente riapriranno e saranno visitabili anche i sotterranei, che racchiudono il cuore pulsante dell’intero impianto termale e che costituiscono il valore aggiunto al percorso in superficie”. I sotterranei delle Terme, conservati per circa sei chilometri, sono un dedalo di grandi gallerie carrabili che corre sotto l’edificio. Esempio unico dell’alto livello tecnologico raggiunto dagli antichi romani.

I sotterranei delle Terme restaurati nel 2019

Restaurati nel 2019, ospitavano tutti i depositi di legname, un mulino, il Mitreo, l’impianto di riscaldamento, quello idrico. Nonché una fitta rete di piccole gallerie che serviva per la posa delle tubazioni in piombo e la gestione dell’acqua. Sempre nei sotterranei è possibile ammirare un Antiquarium con i più bei frammenti architettonici dell’edificio. Superstiti dalle spoliazioni cinquecentesche. E, in una galleria minore, la Mela Reintegrata di Michelangelo Pistoletto, secondo dono del maestro al monumento dopo il Terzo Paradiso, che si può ammirare in un’aiuola del grande giardino. Le opere di Pistoletto testimoniano la vocazione all’arte contemporanea che da sempre caratterizza le Terme di Caracalla. Arricchite negli ultimi anni dalle mostre e le installazioni di Antonio Biasiucci, Mauro Staccioli, Fabrizio Plessi.

Per le Terme una proposta diversificata

“La proposta diversificata per la fruizione serale delle Terme, permetterà a tutti di scegliere le modalità più adatte alle proprie esigenze – secondo il direttore del monumento Mirella Serlorenzi -. In quest’estate di ripartenza diventa l’occasione per conoscere o riscoprire uno dei luoghi più maestosi e poetici della città”. Le visite si svolgeranno nel rispetto delle norme di distanziamento e contingentamento con prenotazione obbligatoria, anche il giorno stesso, per un massimo di 20 persone a turno di visita.

(Foto: Turismo Italia news)

Per approfondire