Toninelli indignato contro Brunetta, ma si dimentica che è ministro grazie al suo voto (video)

Toninelli Brunetta

“Vi presento il ministro della Pubblica amministrazione italiana”. Con queste parole Danilo Toninelli ha introdotto il video di Renato Brunetta che affronta a brutto muso un contestatore durante un comizio in Veneto.

“Ma come si fa?”, chiede Toninelli nel video che circola in queste ore in Rete. “Non servono commenti, le sue parole, il Suo comportamento si commentano da soli. Abbiamo la responsabilità di farlo sapere al maggior numero di persone possibili. Quindi se sei d’accordo con me, che questo sia una pura vergogna condividiamo questo video e le sue parole. Facciamo sapere al maggior numero di persone possibili: è un dovere morale che ci dobbiamo caricare sulle spalle”.

Parole che l’ex ministro grillino del governo Conte poteva pronunciare dall’opposizione, ma essendo uno dei parlamentari che vota quotidianamente la fiducia al governo (e a Brunetta), fa un po’ ridere. Un paradosso spudorato che la dice tutta sulle contraddizioni all’interno del Movimento 5 Stelle e tra i suoi esponenti più famosi.

Toninelli contro Brunetta e il governo, ma si guarda bene di votare contro. E fa pure l’indignato. Roba da pazzi, anzi, da Toninelli.

 

Non è la prima volta che Brunetta e Toninelli scendono ai ferri corti. Brunetta ha querelato anche il senatore grillino nei mesi scorsi. Il ministro azzurro rivendica infatti l’efficacia della delega contenuta al ddl Concorrenza per togliere “inutili vessazioni” alle imprese con “la semplificazione dei controlli”. “Non si tratta affatto di eliminare i controlli, ma dell’esatto contrario: bisogna renderli più efficaci nell’effettiva tutela degli interessi pubblici” afferma Brunetta annunciando di voler querelare il senatore del M5S Danilo Toninelli che lo attacca.

Brunetta e Toninelli: l’ennesima rissa

“Qualunque altra lettura è falsa e disinformata. Per questi motivi ho dato mandato ai miei legali di sporgere querela per diffamazione nei confronti del senatore M5S Danilo Toninelli per le gravi e infondate affermazioni nei miei riguardi contenute in un post e in un video su Facebook” afferma Brunetta. “Meno adempimenti formali superflui e più lotta all’evasione fiscale, più tutela della sicurezza dei lavoratori, dell’ambiente della salute, nel rispetto dei principi dell’efficienza, dell’efficacia e della proporzionalità del rischio. Si tratta, in sintesi, di razionalizzare i controlli routinari garantendo buona burocrazia alla buona impresa” conclude il ministro.

 

 

Per approfondire