Tor Tre Teste, cittadini in rivolta. Basta occupazioni e campi rom, siamo esasperati

I cittadini di Tor Tr Teste sono in rivolta. Il nostro quartiere non può essere diventato il centro delle occupazioni abusive di Roma. Tra campi nomadi fuori controllo, degrado e spaccio nelle palazzine occupate e assenza delle istituzioni siamo completamente abbandonati. Ma non ne possiamo più. Se continua così saremo costretti a farci  giustizia da soli. Siamo esasperati. Queste  alcune dichiarazioni rilasciate spontaneamente dai cittadini di Tor Tre Teste. Che si sono ribellati all’ultima occupazione abusiva. Stavolta realizzata nel palazzo ex Omnia Network tra via dei Berio e via Davide Campari. Il blitz degli occupanti di professione è scattato l’altra mattina all’alba. Quando otto uomini si sono introdotti all’interno del grande palazzo a vetri e si sono barricati sul tetto. Alcuni abitanti dei palazzi vicini hanno notato qualcosa di strano e hanno avvisato subito le Forze dell’Ordine. Che si sono prontamente recate sul posto. Presenti il nucleo anti emarginazione della Polizia locale di Roma Capitale e la Polizia di Stato. Con tanto di supporto di un elicottero e di un contingente dei Vigili del Fuoco. Ma il problema sta a monte. Perché nessuno controlla prima che la frittata sia compiuta. Qui c’era fino a poco tempo fa un servizio di guardiania privata ma ora è stato dismesso. Forse la notizia è circolata, ed è scattata l’occupazione.

Occupazione Tor Tre Teste, Schiuma e Belluzzo (FDI) chiedono intervento del Questore e del Prefetto. E arriva lo sgombero

Sull’occupazione del palazzo ex Omnia Network a Tor Tre Teste non sono mancate le reazioni della politica. Anche perchè il quartiere è esasperato. Qui vicino c’è anche il campi nomadi di via Salviati dove ogni sera roghi tossici altissimi si alzano in cielo. Intossicando gli abitanti della zona. Che non possono nemmeno più uscire in balcone. Per non parlare dei furti e dello spaccio. Fatto spudoratamente anche di giorno. In mezzo alla strada. E ora si registra pure questa ennesima occupazione. Non di famiglie in difficoltà o di gente che dorme in macchina o per strada. Ma compiuta da solo otto persone. Il che fa pensare a quei professionisti che prima prendono possesso di questi spazi. E poi magari vanno a trattare con le amministrazioni. Che ovviamente in questi casi non hanno il fuoco sacro per gli sgomberi. Come accade ad esempio per CasaPound. Così il capogruppo di Fratelli d’Italia in municipio Fabio Sabbatani Schiuma e il vice Christian Belluzzo hanno interpellato immediatamente Questore e Prefetto. Chiedendo di intervenire per sgomberare subito l’edificio occupato. E ripristinare la legalità. Tra centri per immigrati, campi nomadi e roghi tossici questo quartiere ha già dato abbastanza, hanno dichiarato Schiuma e Belluzzo. E ora è il momento di dire basta. Una volta per tutte.

Anche in seguito alle richieste dei consiglieri di Fratelli d’Italia segnaliamo come notizia dell’ultima ora che proprio nella mattinata odierna l’edificio ex Omnia Network a Tor Tre Teste è stato sgomberato. Una buona notizia per i cittadini e per tutto il quartiere.

https://www.google.it/amp/s/amp.romatoday.it/cronaca/tor-tre-teste-via-dei-berio-via-campari-occupazione.html

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *