Trullo, si spara ancora. 4 colpi di pistola contro un 30 enne pregiudicato

Si spara ancora a Roma, e di nuovo in prossimità del quartiere del Trullo. Era già avvenuto lo scorso 25 novembre, in via Montelupo Fiorentino. Quando una persona era stata gambizzata in un vero e proprio agguato. Una sorta di regolamento di conti, probabilmente legato al mondo dello spaccio della droga. L’altro pomeriggio invece, attorno alle 17, sono stati esplosi quattro colpi di arma da fuoco contro un 30 enne romano, già noto alle Forze dell’ordine. Per fortuna in questo caso, non ci sono state conseguenze fisiche per l’aggredito. Che è stato sorpreso in prossimità delle case che da via delle Vigne scendono appunto verso via del Trullo. I colpi di arma da fuoco sono stati sentiti anche da alcuni residenti, ma è stato lo stesso aggredito a recarsi alla Polizia. Dove spaventato, ha denunciato l’accaduto.

L’agguato al Trullo forse legato a un regolamento di conti

Gli agenti del commissariato San Paolo e gli uomini della polizia scientifica, sul luogo della sparatoria hanno recuperato quattro bossoli. Stando ad una prima ricostruzione, una persona a bordo di uno scooter nero, forse accompagnata da un complice, sarebbe passata davanti a un portone per poi sparare almeno quattro colpi, sotto casa di un pregiudicato della zona.

Un uomo con precedenti per droga che, per sfuggire all’agguato, si è rifugiato in un palazzo vicino. I quattro proiettili si sono così conficcati su un’auto parcheggiata al civico 80 di via della Vigne, con il proprietario della vettura estraneo alla vicenda. Un fatto certo, questo, secondo gli inquirenti. Anche perché la presunta vittima di quell’attentato non andato a termine, è ascoltata dagli investigatori. Non avrebbe fornito per ora indicazioni utili alle indagini, ma i poliziotti avrebbero già un’idea sul movente. Ovviamente per ora le bocche restano cucite.

Per approfondire