Tunisino appena scarcerato rapina una donna alla stazione: bloccato dai viaggiatori

polizia clan spada (2)

Ieri pomeriggio gli agenti della Polizia di Stato di Perugia, arrestano un cittadino tunisino classe 1989, con numerosi precedenti di polizia, che dopo la scarcerazione per fine pena e liberazione anticipata, tentava di rapinare una donna nei pressi della stazione Fontivegge. L’uomo notato dal personale del Reparto Prevenzione Crimine Umbria – Marche, impegnato negli ordinari controlli di pattugliamento dell’area. Il tunisino,  riverso a terra in via Campo di Marte, trattenuto da un altro cittadino di nazionalità asiatica.

Il tunisino spintona con violenza la donna per derubarla

Gli operatori, avvicinatisi per verificare lo stato di salute dell’uomo, hanno appreso dalla vittima – una donna ecuadoriana – e dal suo soccorritore che il 33enne, poco prima, aveva spintonato con violenza la donna tentando di strapparle la borsa che aveva a tracolla. Poi inseguito e fermato dal cittadino di nazionalità asiatica che – dopo avergli spruzzato addosso lo spray al peperoncino – lo tratteneva in attesa dell’arrivo delle Forze dell’Ordine.

Il maghrebino portato in carcere a Perugia

Gli agenti, a quel punto, si sono sincerati delle condizioni di salute dell’uomo, richiedendo l’intervento sul posto del personale del 118 che, in seguito, l’ha accompagnato presso l’ospedale Santa Maria della Misericordia per le cure del caso. Una volta dimesso dal nosocomio, acquisita la querela della vittima, gli agenti lo hanno quindi arrestato e su disposizione del Pubblico Ministero lo hanno trasferito presso la Casa Circondariale di Perugia – Capanne.

 

Per approfondire