Un DISCo per l’emergenza sangue a Roma

Si è attivato un DISCo per l’emergenza sangue nella capitale e nel Lazio. In realtà l’acronimo sta per Diritto allo studio e alla conoscenza, e non ha alcuna attinenza con insegnamenti o discipline musicali. Ma stavolta, volendo continuare nel gioco di parole l’ente della Regione Lazio che ha sostituito il vecchio ADISU ha certamente colto nel segno. DISCo ha la competenza nella gestione delle residenze universitarie, che soltanto a Roma possono ospitare circa 5 mila studenti, con provenienza da tutto il mondo. Chiaro che si tratta sempre di numeri precedenti alla pandemia da Covid 19, e oggi la realtà è profondamente cambiata. Perchè gli Atenei sono chiusi e le lezioni si fanno sul computer da casa. Ma nella speranza che non sarà sempre così, registriamo che nel 2018 Roma aveva richieste per oltre 25.000 studenti, con una crescita esponenziale nell’ultimo decennio. Ora la DISCo si è voluta impegnare anche in una iniziativa dal grande valore sociale, raccogliendo sangue che serve drammaticamente negli ospedali e e nelle terapie intensive. E lo ha fatto con i ragazzi della Residenza Ezio Tarantelli di Casal Bertone, che si sono messi a disposizione con entusiasmo per effettuare le donazioni. Un bel gesto, che dimostra ancora una volta la grande sensibilità dei giovani verso il sociale. E la solidarietà attiva. Che alle volte vale più di mille parole.

I ragazzi della Residenza universitaria Ezio Tarantelli donano il sangue per i malati di Covid 19

Bel gesto dei ragazzi della Residenza universitaria Ezio Tarantelli di Casal Bertone. coordinato con la DISCo, l’ente della Regione Lazio che promuove il diritto alla studio e alla conoscenza. E ovviamente con l’AVIS, che ha messo a disposizione il suo camper mobile. Così i giovani ospiti della struttura hanno potuto donare il loro sangue per gli ospedali romani che ne hanno più bisogno. Sangue che in piena emergenza da coronavirus è diventato raro e preziosissimo, e che può contribuire a salvare tante vite umane. La Residenza universitaria Tarantelli in periodi normali può ospitare oltre trecento studenti da tutto il mondo, ma ora evidentemente siamo in emergenza. Si studia online anche all’Università, ma comunque ospiti e amici della struttura non hanno voluto mancare l’appuntamento per la donazione. E su Facebook i commenti di stima e condivisione non sono certo mancati. Anche perchè l’iniziativa che è partita da Casal Bertone ora si estenderà a tutte le altre Residenze universitarie di Roma e del Lazio. Almeno quelle che vorranno aderire, ma sembra che nessuno si tirerà indietro. Così Renato, Marta, Maria Grazia e tanti altri hanno fatto i complimenti sul web ai giovani e alle istituzioni che si sono attivate per questa importante iniziativa. Che si unisce ai tanti ospedali dove già è possibile donare il sangue. L’elenco completo lo trovate sul sito donatoriH24 e su www.avisroma.it ci sono anche le tappe giornaliere del camper mobile che gira per i municipi. Per fare il prelievo direttamente sotto casa o quasi. Davvero, essere solidali e donare il sangue non è mai stato così facile. Prendiamo esempio dagli studenti universitari, e facciamolo tutti. Ora più che mai è veramente importante.

https://www.facebook.com/630856663649596/posts/2891066567628583/

Per approfondire