Un libro per Ennio Morricone che diventa uno spettacolo musicale

Il 26 ottobre ore 18 presso la Libreria Notebook – Auditorium Parco della Musica (in concomitanza con la Festa del Cinema di Roma), verrà presentato “We all love Ennio Morricone”, libro edito dalla Lab DFG in cui Luigi Caiola i 18 anni da manager del Maestro. A moderare l’evento sarà il giornalista e scrittore Emanuele Zambon.

Il titolo

 Il titolo del libro è anche il titolo del CD tributo We all love Ennio Morricone, in cui alcuni dei suoi più noti brani sono interpretati da artisti di fama mondiale come Quincy Jones, Céline Dion, Bruce Springsteen, Roger Waters, Metallica, Herbie Hancock, Andrea  Bocelli,  Renée Fleming, Yo-Yo Ma e altri.

Il libro

Un libro di fatti, aneddoti, in cui il manager Luigi Caiola, a contatto con il genio musicale, narra le tappe del percorso, che dal 1997 portano Morricone ad apparire al grande pubblico, diventando icona popolare, star. In rassegna ci sono i più significativi dei 250 concerti, la realizzazione del CD, l’Oscar alla carriera vinto al Kodak Theatre di Los Angeles. Luigi Caiola racconta da un punto di vista inedito, il carattere, l’umore, la personalità di Morricone, la cui figura viene sublimata dai concerti di cui è anima assoluta e corpo insieme alle orchestre, che incontra in ogni parte del mondo.

Uno spettacolo musicale

Il libro sarà presto uno spettacolo musicale, frutto di una promessa fatta dall’autore ad un amico prematuramente scomparso, il “visionario” Franco Dragone, e di un docu-film che ne racconterà la gestazione e l’allestimento. Riferendosi alla lunga e proficua collaborazione con il Maestro, Luigi Caiola si definisce “un topolino”; ma sarà proprio quel topolino, un produttore di provincia , che riuscirà a “stanare” il genio e portarlo in giro per il mondo, come non aveva mai fatto prima, per dirigere la sua musica nei teatri più prestigiosi, ritrovando una seconda giovinezza.

Amarcord

In occasione del primo concerto, a Londra: “Ennio stava per fare il suo ingresso in scena, un attimo prima di lui entrò sul palco l’addetto per posizionare le partiture sul leggio e il pubblico esplose letteralmente, tributando una lunghissima standing ovation a colui che pensavano fosse il grande Maestro Ennio Morricone in persona. In effetti, nessuno lo aveva mai visto prima, perché fino a quel momento Ennio non era quasi mai apparso né in tv né tantomeno in concerto”.

L’autore

Tra il 1997 e il 2001 ha prodotto il concerto e il CD Taranta Power di Eugenio Bennato in Italia e nel mondo. Tra il 2001 e il 2015 ha prodotto il concerto del compositore italiano Ennio Morricone, realizzando oltre 250 spettacoli in tutto il mondo. In campo discografico, ha realizzato 30 CD e DVD, e ha ricevuto un Disco di Platino, due Dischi d’Oro, due Grammy Nominations, un Grammy Award. È stato promotore della petizione per l’Oscar alla carriera ad Ennio Morricone, ottenuto nel 2007. Tra il 2013 e il 2015 ha prodotto, nell’ambito del workshop di Città della Pieve con la direzione artistica di Franco Dragone, gli spettacoli “T’Ammore” e “Belcanto” rappresentati con successo a New York, Parigi, Berlino, Berna, Roma Napoli e in altre città d’Italia e d’Europa.

Zambon

Critico cinematografico per il network FOX, per la testata Everyeye e per la rivista Empire, redattore per i magazine delle storiche rubriche Mediaset “Cotto & Mangiato” e “Melaverde”, autore del saggio “Tra Schermo e Realtà – 100 film e serie tv che parlano di noi” premiato all’ITFF 2022. Ad oggi ricopre il ruolo di addetto stampa dell’Assessorato allo Sport della Regione Lazio

Per approfondire