“Una pallottola in fronte a Salvini”. La minaccia sulla pagina del M5S

minacce a salvini

I fanatici estremisti non mancano mai: nuove minacce a Salvini da un “ex” grillino. “Anche in tempi di virus, c’è chi minaccia di morte… Un sorriso e un bacione”. Matteo Salvini posta uno screenshot, di un post Facebook su una pagina con il logo del M5S, in cui si legge: “Sapete come si risolve il problema del cazzaro verde? Una pallottola in mezzo alla fronte e passa tutto”. Una frase con tanto di firma e immagine del presunto autore. Gianfranco Riti, così si chiama, abita a Montefiascone e abbiamo cercato di contattarlo ma senza esito. Volevamo dargli la possibilità di spiegare, di smentire o di dire cosa fosse successo.

Non è la prima volta che Salvini è minacciato

La minaccia a Salvini è comparsa, a firma di questo Riti, sulla pagina facebook del Movimento 5 Stelle – Sacile. Ovviamente l’hanno fatto sparire, ma per fortuna ne è rimasta traccia. Non è la prima volta che Salvini è minacciato di morte dagli antifascisti, ricordiamo gli striscioni davanti a teatri dove erano previsti i suoi comizi, con la sua immagine a testa in giù per evocare il barbaro massacro dei partigiani rossi a piazzale Loreto. In qualche caso è stata colpita la sua auto e spesso ci sono state manifestazioni violente non autorizzate contro di lui. Ricordiamo anche il grave ferimento di Berlusconi con la statuetta.

Gli odiatori seriali sempre in azione

Sardine, grillini, centri sociali, antifascisti vari, sempre protagonisti delle manifestazioni antidemocratiche di intolleranza. E quando non compiono atti violenti, scrivono cose violente sui social, come in questo caso. E anche oggi sulla pagina ufficiale dei grillini ancora insulti a Salvini, Fratelli d’Italia, ancora fake news su Berlusconi e la Lega e minacce di “rivoluzione popolare”. Foto di Conte, apprezzamento per il governo e via di questo passo, ma nessuna scusa per le minacce a Salvini. Perché hanno capito che finita la legislatura è finita per loro, e definitivamente. Rimarranno un fenomeno incomprensibile e transeunte nella buffa politica italiana.

Condanna dai grillini di Sacile: fu espulso due anni fa…

Sulla pagine dei grillini di Sacile, dove è comparsa la minaccia, però, ci sono delle dovute scuse. “Come Portavoce del Movimento 5 Stelle locale, comunico che io e tutto il mio gruppo, ci DISSOCIAMO categoricamente da quanto affermato dal Signor Riti che non ne fa più parte da circa 2 anni e pertanto parla solo a suo nome! Chiedo io scusa pubblicamente per la frase scritta, veramente indegna anche verso il peggior avversario. Rosita Cicoria Portavoce M5S Montefiascone”.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *