Usura, la nuova piaga di Roma. E il Municipio 14 apre uno sportello di ascolto

L’usura e’ un fenomeno antico quanto l’uomo, ma nei tempi moderni ha assunto se possibile contorni ancora più sgradevoli e preoccupanti. Fondendosi con gli interessi e le minacce della criminalità organizzata. E gettando nel panico migliaia di persone. Gente normale, padri di famiglia magari con qualche piccolo problema economico da risolvere. Che sono un po’ indietro con la rata del mutuo o con l’affitto del negozio.  E che in banca hanno già raggiunto il limite massimo dello scoperto. Ecco che allora può venire in mente di percorrere qualche scorciatoia. Farsi prestare magari poche migliaia di euro. Nell’illusione di poter restituire quei soldi in fretta senza conseguenze di nessun tipo. Ma invece è proprio a quel punto che scatta la trappola dei criminali. Perché la cifra da riportare indietro diventa ogni giorno più alta. Con tassi di interesse esorbitanti, ben oltre il 50 per cento. E le richieste e le minacce diventano sempre più pressanti. Finché la vittima è costretta a cedere ai malfattori tutto quello che ha. Per uscire da un incubo che spesso ha portato anche alla disperazione e al suicidio. Le richieste di aiuto nel 2018 sarebbero state in Italia oltre 2000, per un risarcimento complessivo di quasi 13 milioni di euro. Ma si tratta certamente di dati non veritieri, perchè molte persone sono terrorizzate dagli strozzini. E preferiscono stare zitti e subire.

Il Municipio 14 apre uno sportello anti usura. Pirandola (FDI), bene ma servono azioni concrete

A fronte della presenza sempre maggiore di fenomeni legati all’usura anche a Roma, il Municipio 14 ha deciso di aprire uno sportello di ascolto e di sostegno. Con un operatore dedicato e appoggiato alla struttura amministrativa dei servizi sociali. Per ora il supporto si limita alla fase informativa. E nello specifico a rendere facilmente disponibili i numeri utili e i link del Ministero degli Interni. Dove esiste un Commissario straordinario del governo per il coordinamento delle iniziative antiracket. Con i riferimenti delle associazioni anti usura riconosciute. E del Fondo di solidarietà per le vittime dell’estorsione e dell’usura. È stata una iniziativa bipartisan condivisa in commissione politiche sociali, ha dichiarato il consigliere municipale di Fratelli d’Italia Massimiliano Pirandola. Ma noi avevamo chiesto di non limitare l’impegno solamente a fornire link e numeri utili. Ma di coinvolgere le tante associazioni di volontariato attive su questo fronte in tutto il territorio. Specie ora che a causa del covid molti hanno perso il lavoro. E trovandosi in gravi difficoltà economiche, possono facilmente cadere vittima degli strozzini. Purtroppo su questo versante il Municipio ancora non si è mosso. Ma speriamo che il centro di ascolto sia un primo passo per fare di più nel prossimo futuro.

https://www.facebook.com/392032434197669/posts/3232906463443571/?d=n

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *