Vaia contro gli isterici del Covid: “Mi hanno avversato, ma avevo ragione”

vaia contro terroristi covid

“Calma! Tanto tuonò che piovve. In questi giorni di preparazione per le meritate vacanze, si sta scatenando una ressa per i tamponi”. Esordisce così in un post su Facebook, Francesco Vaia, direttore dell’Ospedale Spallanzani.

“Tutti vogliono, legittimamente, essere tranquilli e partire – osserva il professor Vaia – In caso di positività, che magari si allunga oltre la Settimana, crescono insofferenza, rabbia, paura determinate da sciagurate campagne catastrofistiche”.

“A gennaio avevamo detto di riconsiderare, come su indicazione dei cdc americani,  tempi di isolamento a casa. Molti, come su ventilazione meccanica nelle Scuole e nei trasporti  che diciamo esattamente da luglio 2020, ci hanno ignorato quanto non avversato”.

“Oggi – prosegue Vaia – timidamente, qualcuno parla di questi temi. Forza, più coraggio e diamo più forza a questi nostri poveri cittadini, sempre più stremati.l”.

“Non ci sono segreti, la ricetta è semplice. Calma, sangue freddo, andiamo avanti e anticipiamo le mosse del virus. L’autunno – conclude il direttore dello Spallanzani- verrà presto e guai a farci trovare impreparati”.

Per approfondire