Viva San Lorenzo, i residenti si organizzano contro schiamazzi e mala movida

I residenti di San Lorenzo si sono organizzati in una associazione. Per dire basta alla mala movida, che mette da mesi a soqquadro il quartiere. E per chiedere alle istituzioni e al Municipio di revocare la concessione per lo svolgimento degli spettacoli all’aperto a largo Passamonti. Inoltre, i cittadini vogliono maggiore sicurezza, e il potenziamento delle pattuglie della municipale presenti sul territorio. Anche nelle ore notturne e nei giorni infrasettimanali. Insomma, sono tante le istanze presentate. Ma certamente nessuno si accontenterà di semplici promesse elettorali. Perché la gente adesso vuole fatti concreti. Dopo le troppe notti insonni, tra musica ad alto volume, bottiglie in mezzo alla strada e risse quasi ogni sera.

Movida violenta: vigili accerchiati a San Lorenzo, bottigliate a Campo de’ Fiori

A San Lorenzo vogliamo dormire in pace. I cittadini protestano e chiedono aiuto alle istituzioni

Le richieste di Viva San Lorenzo sono due. “Immediata revoca della concessione a largo Passamonti, che provoca il mancato sonno dei cittadini. Per l’alto volume fino a tarda notte ed episodi di inciviltà quando gli eventi terminano e il migliaio e più di partecipanti si disperde per il quartiere. Inoltre, chiediamo una pressione decisa da parte del Municipio sugli organi di pubblica sicurezza. Per ottenere un presidio al centro del quartiere nelle ore notturne durante tutta la settimana, con l’obiettivo di prevenire e impedire i comportamenti di disturbo del riposo notturno”. L’associazione avverte: “Questa volta i cittadini non si accontenteranno delle tradizionali rassicurazioni. Senza impegni precisi verificabili circa l’aggressione ai problemi con l’obiettivo di risolverli. A partire dalla questione della concessione a largo Passamonti che è integralmente nella disponibilità politico-amministrativa dell’organi municipale”.

Che succede la sera a largo Passamonti

Risse, un accoltellamento, bombe carta contro le forze dell’ordine, rifiuti e degrado generale. Ecco cosa succede a largo Passamonti dall’inizio dell’estate. La’dove un bando municipale nel 2020 ha assegnato l’area per svolgere eventi culturali e fare somministrazione di bevande. Bevande che, soprattutto il martedì sera, vanno via a 2 euro – in particolare gli spritz. Attirando quindi una clientela molto più ampia rispetto a quanto ci si potrebbe aspettare. Sacrificando un po’ l’aspetto dell’offerta più culturale che dovrebbe rappresentare il 60% del programma. Se a questo si aggiungono concerti e musica fino a tardi, ecco spiegato il perché i cittadini di San Lorenzo vorrebbero che la giunta Del Bello ritirasse la concessione con un anno di anticipo.

https://www.romatoday.it/zone/nomentano/san-lorenzo/san-lorenzo-cittadini-infuriati-contro.html

 

 

Per approfondire