Ambientalisti paralizzano il Grande raccordo anulare: l’ira degli automobilisti (video)

ambientalisti Gra

Protesta di un gruppo di ambientalisti stamattina sul grande raccordo anulare di Roma in carreggiata esterna, all’altezza dell’uscita Bel Poggio-Fidene. Una quindicina di attivisti hanno bloccato la carreggiata esterna per una quarantina di minuti protestando per la situazione climatica e ambientale. Sul posto sono intervenute la polizia stradale, la scientifica e la volante. I manifestanti sono stati identificati e la loro posizione è ora al vaglio.

Ad intervenire sul posto per riportare la situazione alla normalità e interrompere la protesta, anche la polizia del III distretto Fidene e la guardia di finanza.

Ambientalisti per il clima seduti in mezzo al Gra

Gli ambientalisti per il clima hanno srotolato uno striscione con scritto “Emergenza climatica ed ecologica” per poi mettersi seduti sulla carreggiata mandando in tilt la circolazione stradale. Il blitz ecologista intorno alle 8:30 in orario di punta di ingresso in città. Una ventina gli attivisti per il clima di Extinction Rebellion che hanno attuato la loro protesta congestionando un tratto di carreggiata esterna del GRA.

Ecco il testo dalla pagina Facebook dei promtori.

“Lə nostrə compagnə sono arrivatə a Roma e oggi hanno iniziato, con grande coraggio, la campagna Ultima Generazione. Bloccando le grandi strade di Roma, lanciano il loro grido di lotta e dicono ai governi inerti “No, noi non ci stiamo. Assemblee cittadine o blocchiamo tutto”.
Domenica 11 alle 18:00 saranno a SCUP per presentare la campagna, per raccontarci le loro azioni, motivazioni e richieste.
Perché è importante esserci? Perché ora come mai è necessario agire, mettersi in gioco, andare sulle strade a rompere la bolla alienante del business as usual e scuotere le coscienze attorno a noi. Lə compagnə di UG ci stanno mostrando la via, ascoltiamolə”.

 

 

Per approfondire