Ancora un bus in fiamme a Roma. Ma la Raggi fa finta di niente

Ancora un bus Atac in fiamme a Roma. E’ successo nella notte quando un incendio si è sprigionato su un bus della linea N46 mentre percorreva via Aurelia, all’altezza di piazza Irnerio. Il conducente ha provato a spegnere le fiamme con l’estintore in dotazione, quindi ha avvisato vigili del fuoco che sono intervenuti. Non ci sono stati problemi per le persone. Lo riferisce Atac, che ha avviato una indagine interna.

Chiara Colosimo: “Ancora una bus in fiamme”

“Anche stanotte la giunta Raggi ci ha offerto la specialità della casa: bus Atac flambé. Quando finirà questo indegno spettacolo per i cittadini di Roma, sarà sempre troppo tardi”. È quanto scrive su Facebook il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Chiara Colosimo.

Salvini: “Raggi fa propaganda, ma la realtà è questa”

“Mentre la Raggi fa propaganda parlando di nuovi mezzi pubblici in arrivo per Roma, la cronaca ricorda ai cittadini la dura realtà con l’ennesimo autobus dell’Atac andato in fiamme. La Capitale merita molto di più: la Lega ha idee, proposte e nomi per risollevarla”. Lo scrive su Twitter il segretario della Lega, Matteo Salvini.

L’ultimo autobus in fiamme a Roma, meno di un mese fa. Nella stessa zona. All’ora di pranzo a piazza Pio XI. Ecco la nota ufficiale Atac, per l’occasione. «L’autobus della linea 881 distrutto dalle fiamme intorno alle 12, 30 è una vettura in servizio da oltre 15 anni». Lo ha precisato Atac in una nota sottolineando che «nessun problema si è verificato per le persone». L’incendio, divampato per cause ancora da stabilire, è stato spento dai vigili del fuoco intervenuti con tre mezzi, mentre gli agenti del gruppo Aurelio della Polizia Locale hanno aiutato l’autista a far scendere i passeggeri dall’autobus prima di agevolare la viabilità.

La serie di incendi che riguardano i mezzi Atac è pressoché sterminata. Uno degli ultimi clamorosi incidenti, nell’agosto scorso, in tangenziale, quando un automezzo è andato a fuoco. Eppure la sindaca continua a dire che va tutto bene.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *