Antenna killer a via dei Gavi, arriva l’ok alla rimozione

È finalmente arrivato il via libera alla rimozione dell’antenna di telefonia mobile installata dalla Wind in zona Cerquette Grandi a Roma nord. Nel cuore del Municipio 14 e in una zona fortemente vincolata. Tra l’altro a poche centinaia di metri dalla più importante scuola del quartiere. Sulla legittimità di quel vero e proprio ecomostro a via dei Gavi erano sorti subito moltissimi dubbi, anche se il presidente municipale grillino Campagna aveva più volte rassicurato che l’iter autorizzativo era assolutamente regolare. In realtà esiste un regolamento comunale che impedirebbe la installazione di questi impianti in prossimità di luoghi sensibili come ospedali, chiese e scuole. Ma il testo risulta largamente disapplicato e il Campidoglio non ha mai emanato specifiche direttive. Così ognuno fa un po’ come vuole. E tra il 2019 e i primi mesi del 2020 sono spuntate oltre 700 nuove antenne. Di cui circa 300 dedicate alla famigerata tecnologia 5G. Abbiamo raccolto centinaia di firme contro l’antenna di via Gavi, aveva già dichiarato il consigliere di Fratelli d’Italia Massimiliano Pirandola. E interrogazioni per saperne di più su quell’impianto erano state presentate anche prima dell’estate dal capogruppo di FDI in comune Andrea De Priamo e dalla consigliera Lavinia Mennuni.

Così finalmente grazie alla pressione dei cittadini e delle opposizioni è passata la mozione comunale. Che autorizza il dipartimento programmazione  e attuazione urbanistica a procedere alla rimozione immediata dell’impianto. Una bella vittoria per i residenti e per tutto il territorio.

Massimiliano Pirandola (FDI), a via dei Gavi  hanno vinto i cittadini. Ora aspettiamo la demolizione dell’antenna

È stata una grande vittoria dei cittadini. Che hanno raccolto tantissime firme e si sono mobilitati da molti mesi. Per far togliere dai via dei Gavi quell’antenna che faceva paura. Per quanto era alta, e per la possibilità che emettesse radiazioni pericolose. Visto che sarebbe servita anche per la tecnologia 5G. E che l’impianto si trova in prossimità di una scuola. Esulta il consigliere municipale di Fratelli d’Italia Massimiliano Pirandola, uno dei politici più convinti nel sostenere questa battaglia. Adesso dopo le dichiarazioni di voto della capogruppo (dimissionaria ndr) della commissione urbanistica Donatella Iorio  e dopo il voto unanime dell’Aula di Giulio Cesare tutte le carte sono sul tavolo della direttrice del Dipartimento urbanistica Cinzia Esposito. Che potrà firmare l’ordine di rimozione. Cosa che auspichiamo faccia al più presto.

Contro il mostro. No alla maxi antenna a Cerquette Grandi

Il Municipio 14 a guida grillina adesso deve fare autocritica

Sulla vicenda dell’antenna di telefonia mobile a via dei Gavi adesso il Municipio deve fare autocritica. Così Massimiliano Pirandola in una dichiarazione esclusiva rilasciata a 7Colli. E il consigliere non risparmia una stoccata finale alla locale amministrazione a 5 Stelle. Adesso che il presidente Campagna è stato smentito anche in Campidoglio, vedremo se metterà ancora la testa sotto la sabbia. E se continuerà come in passato, a dire che per l’antenna a via dei Gavi va tutto bene. Una ennesima figuraccia che certamente lui e la sua giunta si potevano tranquillamente evitare. Semplicemente ascoltando i cittadini. Cosa però che anche in questi quartieri della città non avviene più da troppo tempo.

Via dei Gavi, vincono i cittadini. Ora l’antenna ecomostro potrebbe essere rimossa

Per approfondire