Autocertificazione, non ne azzeccano una. Uno studio legale di Roma la impugnerà (Pdf modulo)

autocertificazione roma

La quarta autocertificazione farebbe ridere se non fossimo in questa situazione. E’ in arrivo un nuovo modulo di autocertificazione per le necessità di spostamento dei cittadini in relazione alle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria. Lo ha annunciato il capo della Polizia, Franco Gabrielli. “Stiamo per editare una nuova autocertificazione. Su questo è stata fatta anche ironia sul web, ma non lo facciamo perché non sappiamo cosa fare ma perché cambiano le disposizioni e dobbiamo aggiornarle”, ha spiegato. Non è del tutto vero. In realtà cambiano continuamente i moduli di autocertificazione perché un gruppo di avvocati di Roma sta impugnando queste decisioni.

Autocertificazione illegale? Altrimenti perché le cambiano

Secondo molti legali e giuristi, infatti, le restrizioni cui siamo sottoposti sarebbero illegali, e lo ha ammesso lo stesso premier Conte. Quando ha detto che non esiste una legislazione in Italia sullo stato di emergenza. A differenza di quanto accade in Francia, doce di stati di emergenza ne hanno dichiarati almeno sei, nella loro storia recente. In italia non si sa cosa fare, e si vede, aggiungiamo noi. Comunque nei moduli di autocertificazione stilati ci sarebbero gravi irregolarità legali e delle aberrazioni giuridiche. Per cui il pool legale della presidenza del Consiglio, sapendo tutto questo, ne sforna uno dopo l’altro, sperando che siano inattaccabili. E poi vedremo come finiranno le migliaia di denunce fatte finora ai cosiddetti contravventori…

Dovevano aggiungere la multa…

Poi si erano dimenticati la multa. Adesso invece bisognerà pagare subito. Così lo Stato incassa qualcosa. Almeno servissero ad aiutare chi ha bisogno. E a proposito di controlli, il sindaco di Roma Raggi con un certo compiacimento ci dà i suoi numeri. “A Roma dall’8 marzo effettuati oltre 250mila controlli dalla Polizia locale in tutta la città. Più di 460 gli illeciti contestati. Verifiche su spostamenti di auto e scooter e su rispetto regole per negozi, locali, parchi e ville storiche. #NonAbbassiamoLaGuardia #RestateACasa”. Così in un tweet il sindaco di Roma.

Ironia da destra e da sinistra

Ironia da destra e da sinistra. “Stracciate quelli che avete! Arriva il quarto modulo per l’autocertificazione degli spostamenti in Italia. Un solo modulo per avere fino a 500.000 franchi subito, garantiti dallo Stato, sul conto corrente in Svizzera. Trova le differenze”. Lo scrive Matteo Salvini su Facebook, sottolineando quanto detto questa mattina in Aula al Senato, con riferimento all’unica misura burocratica prevista nel Paese elvetico, per ricevere aiuto economico per i danni da coronavirus. Anche il Pd, improvvidamente dato che è l’autore di questi pasticci, ci sherza su. “A grande richiesta arriva una nuova versione del modulo di autocertificazione. D’altra parte bisogna pur riempire il tempo quando si sta a casa :-)”. Lo scrive su Twitter il deputato del Pd Matteo Orfini.

nuovo_modello 26 marzo

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *