Ciocchetti: “Sulle spiagge libere di Ostia l’incolumità è a rischio”

spiagge lazio ostia (2)

“Dal prossimo 15 settembre fare il bagno nelle spiagge libere di Ostia potrebbe rappresentare un rischio per l’incolumità dei cittadini, a causa dell’assenza dei bagnini sul litorale”. Lo denuncia l’esponente di FdI Luciano Ciocchetti, candidato alla Camera dei Deputati nel Collegio Uninominale Roma 6, commentando la notizia secondo cui da metà mese quasi 2 km di spiagge libere di Castelporziano rimarranno senza bagnini a causa della scadenza del contratto stipulato dall’amministrazione comunale.

Ciocchetti: “Sulle spiagge di Ostia senza il presidio necessario”

“Nonostante la stagione balneare finisca il 30 settembre, e malgrado migliaia di romani continuino anche a settembre a frequentare le spiagge di Ostia, 2 km di litorale rimarranno senza il necessario presidio di sicurezza – spiega Ciocchetti – Ciò rappresenta un evidente pericolo sul fronte dell’incolumità pubblica, anche in considerazione del fatto che a settembre il mare è più mosso e quindi aumenta il rischio di incidenti in mare”.

“Una situazione che sembra violare la stessa ordinanza del sindaco che prevede fino al termine della stagione balneare la presenza del servizio di salvataggio e assistenza bagnini sulle spiagge. Per tale motivo rivolgiamo un appello al Prefetto di Roma, affinché intervenga per garantire i dovuti presidi di sicurezza lungo le spiagge libere del litorale romano e assicurare la salute dei bagnanti”, conclude Ciocchetti (Fdi).

 

Per approfondire