Clochard tedesco trovato morto di freddo a San Pietro. “È morto accanto i suoi libri”

piazza cinquecento barboni

Un clochard tedesco di 61 anni è morto stanotte sotto il colonnato di San Pietro. Ne dà notizia la sala stampa vaticana. «Papa Francesco ha appreso con dolore della morte di Burkhard Scheffler nei pressi del colonnato di San Pietro la notte scorsa. Burkhard era nato nel 1961 in Germania e viveva per la strada a Roma, seguito dall’attività di carità ed assistenza del Dicastero per la Carità. Purtroppo, le scorse notti di freddo e di pioggia hanno contribuito ad aggravare la fragilità della sua condizione, già segnata dalla vita di strada». È quanto affermato dal direttore della Sala Stampa Vaticana Matteo Bruni, rispondendo alle domande dei giornalisti. “Nella sua preghiera, il Papa ricorda Burkhard e tutti coloro che sono costretti a vivere senza una casa, a Roma e nel mondo, e invita i fedeli a unirsi a lui. L’Elemosiniere apostolico, il Cardinale Krajewski, ad Assisi in pellegrinaggio, affida Burkhard all’intercessione di San Francesco”, ha concluso Bruni.

Clochard tedesco morto a San Pietro: il dolore del Papa

«Quell’uomo, di cui ora conosco il nome – scrive il giornalista Amedeo Lomonaco di Vatican News commentando la morte del clochard a San Pietro – lo avevo probabilmente già visto nei giorni scorsi sotto il colonnato. Aveva spesso un libro tra le mani e leggeva a voce alta con uno spiccato accento tedesco. Lo vedevo assorto tra i suoi pensieri e concentrato nella lettura. Aveva poche cose, ma i libri non mancavano mai accanto a coperte e cartoni. Forse con la fantasia cercava di evadere dai margini in cui le vicende della vita lo avevano trascinato».

Per approfondire