“Day after” al Policlinico Umberto I di Roma. Dove sono tutti? (video)

policlinico umberto I

Umberto I deserto. Il policlinico universitario di Roma è uno dei più grandi d’Italia. E’ un nosocomio completo, che è servito anche come reparto Covid in questo periodo. Anche se molti altri reparti hanno dovuto fare spazio malvolentieri per le nuove esigenze. A cui si sarebbe potuto fare fronte riaprendo ospedali chiusi in precedenza. Tuttavia è qualche anno che l’Umberto I è al centro di polemiche per il suo funzionamento, anche da parte di importanti quotidiani. La sanità regionale qui non dà certamente il suo meglio.

Al policlinico non c’è nessuno

Il video che proponiamo, pubblicato su facebook, documenta lo stato di abbandono del policlinico Umberto I. Una utente, che doveva andare al centro malattie infettive per eseguire una vaccinazione antirabbica, ha trovato l’ospedale desolatamente vuoto. Porte chiuse, corridoi deserti, personale assente: sembrava davvero una scena da day after. Percorrendo i locali deserti, l’utente ha ritenuto di dover filmare quello che vedeva

In un clima surreeale, il paziente non trova nessuno

Ignoriamo se sia stato un caso, o una serie di coincidenze sfortunate, però, oltre all’assenza di qualsiasi essere umano, le condizioni dei locali non erano degne di uno degli ospedali più importanti della Capitale d’Italia. La pulizia infatti lascia molto a desiderare: cicche di sigarette (quindi ci fumano), cartacce, sporcizia un po’ dovunque. Ma soprattutto sconcerta questo clima surreale, queste stanze chiuse da porte dove non c’è nessuno. Questa assenza totale di relazioni tra pubblico e personale.

Insomma, c’è qualcuno che possa rispondere alle legittime domande di un utente? Certamente sarà un caso, però non è questo il rispetto per i pazienti che ricorrono con fiducia al un ex prestigioso istituto romano.

SCANDALO SANITARIO … UMBERTO IMA NOI CHI CAZZO PAGHIAMO?!

Pubblicato da Profilo Animalista su Sabato 1 agosto 2020

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *