Emendamento “tappabuche”: via libera alla convenzione tra Anas e Roma Capitale

Approvato alla Camera un subemendamento al Dl Infrastrutture predisposto dal sindaco di Roma Roberto Gualtieri di concerto con il Governo, che autorizza Roma Capitale a stipulare una convenzione con Anas per realizzare interventi per la messa in sicurezza e la manutenzione straordinaria delle strade di Roma.

I lavori dovranno essere completati entro tre mesi dalla stipula della convenzione. Il subemendamento autorizza Anas a impiegare fino a 5 milioni di euro, provenienti dalle risorse previste dal Contratto di programma tra la stessa Anas e il Mims. Le buche di Roma, secondo una statistica del quotidiano Libero, uccidono 30 persone all’anno.

La convenzione con Anas accelera gli interventi sulle buche

“Ringrazio il Governo e il Parlamento per questo risultato importante. Siamo già al lavoro per prendere rapidamente contatto con Anas per sfruttare al meglio quest’opportunità, che rappresenta il primo esito dell’intenso lavoro di raccordo con il Governo che abbiamo avviato. La stretta e proficua collaborazione tra le istituzioni sarà una delle chiavi fondamentali per il rilancio della Capitale”, ha commentato il sindaco Gualtieri.

La convenzione con Anas andrà a rafforzare l’azione che sarà realizzata direttamente dal Comune, integrando le risorse economiche per utilizzare appieno gli accordi di programma nei prossimi tre mesi (prevedendo altri 5 milioni). Questo consentirà di accelerare gli interventi sulla manutenzione delle strade della città.

La giunta di Gualtieri ancora in alto mare

Il neo sindaco Roberto Gualtieri sta lavorando in queste ore alla formazione della sua Giunta che dovrebbe chiudere entro una settimana. Dopo la mattinata in cui ha deposto quattro corone d’alloro nei luoghi simbolo di Roma, il sindaco è chiuso nel suo ufficio in Campidoglio, impegnato in colloqui telefonici per sondare i profili di quella che, come ha ribadito più volte, sarà una ‘’squadra di alta qualità’’. Accanto agli assessori, dovrebbero esserci anche delegati ad hoc su obiettivi specifici, quali i grandi impianti e i piani di recupero, la transizione digitale o il sindaco della notte. Domani, intanto, dovrebbero iniziare le consultazioni con le forze politiche della coalizione, a cominciare da Verdi, Psi e Demos.

Per approfondire