Foce Verde, svelato il mistero del rene e del fegato in acqua

Stava diventando un giallo. Mille supposizioni. Tantissimi punti di vista e altrettante storie che si sono raccontate. Alcuni temevano il peggio, altri si sono ricordati di un episodio simile del Gennaio 2021, quando è stato trovato un cadavere umano. E poi questa ultima vicenda. Molto insolita, che ha stupito anche i più scettici. Lasciando campo aperto a tantissime ipotesi. Dopo che un bagnante a Foce Verde, si era imbattuto in un singolare ritrovamento in acqua. Andando ad urtare contro un rene e un fegato che galleggiavano sul mare. Ora, dopo due settimane, sono arrivati finalmente i risultati delle analisi fatte agli organi. E si è definitivamente scongiurato che potesse trattarsi di resti umani.

Mistero di Foce Verde: trovati altri resti umani. Parla la ragazza che ha trovato fegato e rene (video)

A Foce Verde stavolta niente horror

In una nota firmata dal Procuratore Giuseppe de Falco, si è confermata l’origine degli organi. Che no, non appartengono a un umano, bensì a un animale. Probabilmente un maiale. Fortunatamente il mistero è stato svelato e, fortunatamente, in questi giorni la mente ha viaggiato più del dovuto.

“I risultati preliminari degli accertamenti di biologia molecolare, nonché di natura anatomo patologica disposti dall’Ufficio, consentono di escludere che si tratti di organi umani”. E il presunto giallo horror dell’estate è finalmente risolto

Per approfondire