Giorgia Meloni su Twitter, basta imbroglioni e criminali con la paghetta di Stato (video)

Le conferme arrivano direttamente dalla Guardia di Finanza. Sullo stile di vita e sulle ricchezze ostentate dalla famiglia di Gabriele e di Mario Bianchi. I presunti assassini di Willy, gli energumeni che avrebbero pestato a sangue il povero ragazzo a Colleferro. Causandogli lo spappolamento del cuore e del fegato, come ha confermato l’autopsia. Con una violenza incredibile e ingiustificabile. Che ha sconvolto e indignato l’Italia. Ma adesso oltre al danno arriva la beffa. Perchè quella notizia che circola da qualche giorno sembra essere confermata. Non solo i fratelli Bianchi si davano alla bella vita. Tra macchine di lusso, orologi preziosi e vacanze da sogno. Ma percepivano anche il reddito di cittadinanza. Una cosa assurda, che soltanto in Italia può accadere. Tradotto, sarebbe la brava gente che paga le tasse a mantenere dei violenti assassini nullafacenti. E su tutta questa assurda vicenda così come sulle responsabilità del governo rosso giallo nella gestione di questo ‘sussidio di Stato’ arriva la condanna della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Che in un tweet di fuoco bolla come una truffa a danno degli Italiani l’ultimo risvolto di questa triste vicenda.

Omicidio Willy Duarte, dopo l’orrore lo scandalo. Reddito di cittadinanza per i presunti assassini

Arrivano conferme dalla Gdf, i fratelli Bianchi prendevano il reddito di cittadinanza. Giorgia Meloni, non siete stufi di tutto ciò?

Le conferenze che starebbero arrivando anche dalla Guardia di Finanza sul fatto che Gabriele e Mario Bianchi percepissero il reddito di cittadinanza fanno rabbrividire. E la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni commenta sferzante su Twitter, è un’altra truffa a danno degli Italiani, Costretti a pagare per finanziare imbroglioni e criminali con la paghetta di Stato. Non siete stanchi di tutto ciò’?  Certamente si, verrebbe da rispondere. Ma evidentemente il governo rosso giallo era troppo impegnato ad aumentare lo stipendio al presidente dell’INPS Tridico per accorgersi anche di questa ulteriore stortura. Che non è purtroppo un caso isolato. Perché il fatto che spacciatori, finti disoccupati e umanità di vario genere abbiano chiesto e ottenuto il reddito di cittadinanza è ampiamente noto. Ma nessuno indaga. E nessuno interviene per abolire questa follia. Tranne in questo caso, perché un ragazzo è morto in modo orribile. E il coperchio è saltato. Adesso speriamo che gli accertamenti sui tanti truffatori che percepiscano il reddito non si fermino qui. Almeno questo, al povero Willy glielo dobbiamo. Così come a tutti gli Italiani.

Per approfondire