Incidente sul lavoro, grave un operaio al Foro Italico

Grave un giovane operaio di 24 anni, impegnato nella movimentazione di lacune lastre in zona Foro Italico, in prossimità dello stadio Nicola Pietrangeli. Per cause ancora da appurare, nel tardo pomeriggio di ieri parte del carico sospeso si è staccato, colpendo il lavoratore. Che è stato trasportato d’urgenza al Gemelli, e ricoverato in codice rosso. Adesso il sostituto Procuratore della Repubblica Giovanni Conzo ha avviato una indagine, per lesioni gravissime personali. E mancata osservanza delle normative sul lavoro.

Purtroppo, l’incidente di ieri non è un caso isolato. E si inserisce in una lunga scia, che dimostra come ancora oggi, la sicurezza sul lavoro spesso non sia garantita. E come per portare lo stipendio a casa, purtroppo alle volte si rischi anche la vita.

Lavoro, morti bianche come guerra e covid. Vergogna di Stato

L’incidente solo l’ultimo di una lunga scia

Una volta informato il pm di turno Edoardo De Santis è stato disposto un sopralluogo degli ispettori del lavoro anche per acquisire tutta la documentazione relativa all’impresa che si stava occupando del cantiere. L’area dove è avvenuto l’incidente e la gru sono state sequestrate. A condurre le indagini sono gli agenti del commissariato Prati di polizia.

Il ferito sul lavoro al Foro Italico che segue di una settimana altri due gravi incidenti sempre sul lavoro, avvenuti a distanza di poche ore l’uno dall’altro. Il primo inviale Regina Margherita, nel quartiere Salario a Roma, dove un 51enne è stato trasportato d’urgenza al policlinico Umberto I dopo essere precipitato da una impalcatura ed aver sbattuto violentemente la testa.

Sempre sabato 18 giugno un secondo lavoratorie ci ha invece rimesso la vita dopo essere rimasto schiacchiato sotto un muletto che stava manovrando in un cantiere sulla via Pontina, nel comune di Aprilia in provincia di Latina. Residente a Nettuno la vittima aveva appena 32 anni. 

Per approfondire