L’ira dei ristoratori romani contro il governo: “Scendiamo in piazza, ci stanno uccidendo”

Mercoledì 23 dicembre

Dopo la protesta sul lungomare Caracciolo dei ristoratori campani oggi arriva l’appello di quelli romani: mercoledì 23 dicembre alle ore 10 in Piazza San Silvestro a Roma si terrà la manifestazione organizzata da Checco Dello Scapicollo con il Movimento Imprese Ospitalità aderente a Federturismo Confindustria. Parteciperanno rappresentanze delle opposizioni e gli organizzatori sperano di poter avere anche un confronto aperto con la maggioranza.

La rabbia dei ristoratori romani: “Il governo ci ha rovinato”

“Noi diamo ricordi e gioie, con ogni singolo evento curato abbiamo regalato un’emozione: fidanzamenti, compleanni, lauree, battesimi, matrimoni, pensionamenti, centenari. Abbiamo fatto ogni tipo di festa – ha dichiarato Testa, proprietario dello storico ristorante romano Checco Dello Scapicollo – ci hanno elogiato e contestato e a volte ci hanno fatto sentire i primi ristoranti del mondo. Ma nel bene o nel male siamo stati responsabili delle nostre attività e quando abbiamo sbagliato abbiamo pagato sulla nostra pelle e non siamo mai stati accusati di essere la rovina dell’Italia. Non solo i ristoratori, tutti gli imprenditori, i liberi professionisti e le partite Iva saranno con noi mercoledì”.

IL VIDEO DENUNCIA A MEDIASET

”Volevo ringraziare Paolo Bianchini, Roberta Pepi, Roberto Stagnetta perché con loro Mio Italia (Movimento Imprese Ospitalità aderente a Federturismo Confindustria) sta lavorando da Marzo per unire tutte le associazioni, questa manifestazione è finalmente il frutto del nostro lavoro è stata pensata da tutti noi e per tutti, e tutti aderiranno, senza sigla politica”, conclude il rappresentante dei ristoratori romani.

 

Per approfondire