Ma quanto fa caldo? Caronte incendia Roma

Oggi è il primo giorno d’estate. Ma in realtà, sembra a tutti che il solleone sia sbocciato da un pezzo. Perché abbiamo avuto un giugno caldissimo, con temperature record. E purtroppo una siccità costante, che sta mettendo in ginocchio l’Italia. E che non ha risparmiato la nostra regione, e la capitale. Così ci siamo abituati alla colonnina di mercurio del termometro che sembra impazzita. Più alta anche di dieci gradi rispetto alle medie stagionali. Con le conseguenti raccomandazioni, per gli anziani, i bambini piccoli e i soggetti fragili. Uscire di casa solo per le incombenze strettamente necessarie, bere molto. Ed evitare di esporsi al sole nelle ore più calde del giorno. Oggi poi, è previsto a Roma un caldo record. Ed ecco tutte le informazioni meteo della giornata.

Caldo, oggi è bollino rosso. Attenzione per anziani e fragili

Il caldo record colpa di Caronte. Termometro fino a 44 gradi

Sta arrivando, sempre più velocemente, l’anticiclone Carone dall’Algeria. Che invaderà il nostro Paese per almeno 10 giorni. Questo comporterà temperature fino a 43°/44° all’ombra. E come spiegailMeteo, i valori potrebbero tranquillamente salire.

Il clima quindi sarà davvero ‘infernale’. Le temperature toccheranno gradi certamente anomali che, purtroppo, ricorderemo bene. Preparate quindi tantissima acqua e siate prudenti. Non mancheranno vampate di calore, non solo nelle ore più calde. Il clima non sarà un afoso, quindi umido, bensì secco. Come nel deserto.

Tanto per fare qualche esempio, si registrano in Puglia picchi di 43°; a Bologna, Ferrara e Terni 37/38°; 38° a Firenze; 42° a Oristano; 40° a Cosenza. Previsto caldo da record anche nel Lazio dove la giornata di oggi sarà caratterizzata da tanto sole e temperature elevate. E a Roma il termometro dovrebbe sforare il numero ‘monstre’ di 44 gradi. Una cosa che non succedeva da oltre 20 anni. E che dimostra davvero come il cambiamento climatico sia una realtà molto più grave di quarto alle volte vogliamo immaginare.

Per approfondire