Medici No Vax all’assemblea dell’Ordine al grido di “Vergogna, venduti”. Finisce in rissa (video)

medici No vax

Questa mattina nella Capitale, alcuni medici no vax (al grido di “Vergogna” e “Venduti”) hanno interrotto bruscamente l’assemblea dell’ordine provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e Odontoiatri che avrebbe dovuto approvare il bilancio preventivo 2022.

Una quarantina di medici hanno manifestato il loro dissenso, accusando il consiglio dell’Omceo di “non aver sospeso chi era moroso e invece di aver sospeso i medici che non si sono vaccinati”. Questo atteggiamento strumentale di una minoranza ha di fatto impedito il normale svolgimento dell’assemblea.

I manifestanti hanno quindi, fatto oggetto di pesanti contestazioni, che il presidente Magi e hanno iniziato una condotta che l’ufficio stampa di Magi ha definito «intimidatoria, boicottato i lavori cominciando ad urlare “Vergogna, vergogna”. La situazione è degenerata, al presidente è stato di fatto impedito di prendere la parola e così anche ai medici che si erano iscritti per parlare.

Le forze dell’ordine sono prontamente intervenute e l’assemblea è stata dunque interrotta. «Mi dispiace – dichiara il presidente Magi – come medico e presidente dei medici assistere a queste manifestazioni di degenerazione della categoria. In questi mesi ho sempre cercato il dialogo con chi non la pensa come me. Credo che però la situazione sia sfuggendo di mano un po’ a tutti. Continuo a chiedere e a sperare in un azione che in questo grave momento di pandemia tuteli la salute di tutti i cittadini. Seppur amareggiato per quanto accaduto stamattina ribadisco che l’Ordine di Roma è, e resta aperto ad ascoltare la istanze di tutti i suoi iscritti, nessuno escluso».

La versione dei medici no vax

Diametralmente opposta la posizione dei medici che hanno effettuato la contestazione. «L’assemblea degli iscritti dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Roma – si legge in un post dei medici no vax – è stata convocata oggi per l’approvazione del bilancio di previsione 2022. Il Presidente, dottor Antonio Magi, ne ha impedito il regolare svolgimento, ritardando l’inizio dei lavori e togliendo la parola ai colleghi che avevano chiesto di intervenire sull’ordine del giorno».

Per approfondire