Meloni inchioda il governo: “Avete sperperato 100 miliardi in consulenze e prebende”

meloni alla camera (2)

Con il suo intervento alla Camera Giorgia Meloni inchioda il governo giallorosso. La leader di Fratelli d’Italia accusa Conte e il suo esecutivo di stare trasformando il coronavirus in una farsa, con i ridicoli dpcm infarciti di idiozia e conditi con l’incompetenza. Meloni mette l’accento sulle incredibili vanterie del governo per aver fatto prendere all’Italia 80 miliardi, che saranno spalmati comunque in diversi anni. Se l’Italia ha preso questi soldi, argomenta la Meloni, che con un governo di centrodestra non avrebbe mai preso, come dice Zingaretti, non è grazie alla credibilità del governo. Ma è perché questi soldi li hanno presi i Paesi che hanno un’economia che ha bisogno di aiuto. E l’Italia ne ha bisogno, dopo che la sinistra per dieci anni ha devastato la nostra economia.

Meloni: vi vantate di aver distrutto l’Italia

“Non mi sembra una cosa di cui vantarsi”, ha chiosato la Meloni. Che si è detta estremamente preoccupata per il futuro di questa nazione. E poi, ha detto, questi 80 miliardi di euro in mano a chi non sa cosa farne, rischiano di svanire nel nulla. “Come sono svaniti nel nulla da aprile a oggi i 200 miliardi sperperati senza ritegno in consulenze e prebene. Mentre le aziende italiane rischiano di chiudere in massa. Presto avremo milioni di disoccupati grazie alla vostra incapacità”. La Meloni ha poi criticato il nuovo, ennesimo, dpcm, sottolineando le molte contraddizioni e superficialità sul come è stato concepito.

“Governo asservito alle nazioni straniere”

Parlando dell’Unione europea, Giorgia Meloni ha accusato il governo italiano di essere asservito agli interessi delle nazioni straniere. E ha citato la “lista della spesa” di Macron e l’offensiva che la Francia sta scatenando contro il nostro Paese. “Quanto ancora dovremo svendere alla Francia?”. E Haftar, ha aggiunto la leader di Fratelli d’Italia, se ci fossimo stati noi al governo, avrebbe già visto dalle coste libiche il profilo delle nostre navi militari. Lo ha detto riferendosi alla vicenda dei pescatori italiani sequestrati in Libia. Magari, aggiungiamo noi, proprio con le motovedette che abbiamo regalato a Tripoli. Se ci fosse il centrodestra al governo, la Cina sarebbe stata sanzionata per l’inquinamento ambientale che quotidianamente produce, traendone anche lauti profitti.

“Diventeremo il più grande campo profughi d’Europa”

La Meloni ha poi detto che è da cretini pensare che Stati come Ungheria e Polonia, che hanno affrontato i carri armati sovietici, ora si pieghino ai diktat degli omuncoli della sinistra europea. Infine, ha paventato il rischio di diventare il più grande campo profughi d’Europa, perché il governo si piega al ricatto europeo. Ha denunciato infine la furia immigrazionista di questo governo che ci porterà sfortuna nel prossimo futuro. “noi verremo buttati fuori da Schengen se continua così. Insomma, questo governo non è credibile da nessun punto di vista.

Per approfondire