Morgan assolto dall’accusa di aver frodato il fisco: il fatto non sussiste

Morgan

Morgan, alias Marco Castoldi, è stato assolto dalla Corte d’appello di Milano dall’accusa di aver sottratto fraudolentemente i propri beni all’esecuzione dell’erario, “perchè il fatto non sussiste”.

La decisione della Corte ha confermato la sentenza di primo grado emessa dal Tribunale di Monza, impugnata dalla Procura della medesima città. Lo hanno spiegato gli avvocati Rossella Gallo, Alex Ingrassia e Leonardo Cammarata, difensori del musicista, i quali hanno anche sottolineato che Morgan non è mai stato imputato per frode fiscale. Le accuse, precisano gli avvocati, riguardavano una presunta sottrazione di beni al fine di non pagare le tasse, accusa dalla quale, appunto, l’artista è stato assolto.

A comunicare l’assoluzione anche il cantante nella sua chat, che riferisce che la Corte d’Appello di Milano ha confermato la decisione del tribunale di Monza, che aveva assolto l’ex Bluvertigo dal reato di “sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte”. “Ringrazio gli avvocati Leonardo Cammarata, Rossella Gallo, Alessandro Ingrassia, Lidia Lo Giudice per il risultato ottenuto dal loro impegno”, commenta Morgan.

Morgan riceve una buona notizia dopo la cacciata da X Factor

Dopo l’estromissione da X Factor, pare che Morgan abbia dovuto incassare un’altra brutta notizia, ovvero quella riguardante l’esclusione dai Big in gara al Festival di Sanremo 2024. Stando a quanto anticipato da FqMagazine, il cantante avrebbe inviato un suo pezzo ad Amadeus, che però lo avrebbe bocciato, negandogli così la partecipazione alla kermesse musicale,

Per approfondire