Nuovo blitz a Tor Bella Monaca. 35 arresti all’alba con il supporto degli elicotteri

Un altro blitz questa mattina all’alba, attorno alle sei. Sempre a Tor Bella Monaca, esattamente come era avvenuto lo scorso 27 aprile. Questa volta, è stata sgominata la centrale dello spaccio di via Camassei. Sempre gestita da un potente nucleo familiare. Con lo stesso schema operativo di quella di via dell’Archeologia. 35 le persone colpite da provvedimenti giudiziari, delle quali 21 arrestate. E altre 14 con l’obbligo di firma e presentazione. Tra queste, si contano anche quattro donne. Il sodalizio criminale era molto potente in zona, con ramificazioni fimo ai Castelli. Ed era organizzato come una vera e propria macchina da guerra. Con tanto di avvocati disponibili a difendere pusher e spacciatori, una volta arrestati. Ed era addirittura previsto un ‘sussidio di disoccupazione’ per le famiglie. Nel caso in cui l’affiliato in carcere non fosse stato più in grado di mantenere moglie e figli. Insomma, quasi una sorta di ammortizzatore sociale. Ovviamente criminale, che per molto tempo si era sostituito all’autorita’ dello Stato.

Il blitz di stamane, è stato compiuto dai Carabinieri del nucleo radiomobile di Frascati, con l’appoggio di mezzi speciali ed elicotteri. Ed era stato disposto dal GIP della Procura di Roma. A seguito di una complessa attività investigativa, condotta dalla DDA. Infatti, per le minacce e i metodi utilizzati dalla banda, è stata riconosciuta l’aggravante mafiosa. Che ha consentito di mettere in campo tutte le risorse di uomini e di mezzi necessari per stroncare i traffici illeciti di questa potente famiglia criminale.

Blitz all’alba, 51 arresti a Tor Bella Monaca. Sgominato il ‘cartello’ dello spaccio a Roma est

Secondo blitz a Tor Bella in una settimana. Altri 35 arresti nel mondo dello spaccio, le congratulazioni del Prefetto

E’ stato il secondo blitz in una settimana. Condotto dai Carabinieri a Tor Bella monaca, su ordine della Procura di Roma. E sotto la direzione dell’Antimafia. In totale, nelle due operazioni sono state arrestate o sottoposte a fermo e obbligo di firma 86 persone. Le prime 51, affiliate a un clan con base a via dell’Archeologia. Le 35 di questa mattina, operative da una centrale di via Camassei. Con molte analogie tra i due interventi. Il grande dispiegamento di forze, con il supporto di elicotteri e mezzi speciali. L’aggravante mafiosa, per i brutali metodi usati dalle famiglie criminali. E l’organizzazione ferrea, quasi militare dello spaccio. Con una gestione però, di stampo ancora familiare. Capace comunque di fruttare proventi altissimi. In quest’ultimo caso, oltre 200 mila euro a settimana. In parte spesi per pagare pusher e spacciatori. E il resto, utilizzati dai capi per condurre una vita da nababbi. Tra Ferrari, Rolex e vacanze extra lusso. Ma questo secondo colpo, come il primo del resto, e’stato durissimo. E forse definitivo, in una zona difficile come la periferia est della città. Ecco perché sono arrivati i complimenti del Prefetto. Che ha voluto esprimere la sua riconoscenza alle Forze dell’ordine impegnate sul campo.

“A soli pochi giorni dalla precedente, ancora una brillante operazione dei carabinieri di Roma a Tor Bella Monaca. Che annichilisce le organizzazioni criminali dedite al traffico di droghe in quel territorio”, ha commentato il Prefetto di Roma, Matteo Piantedosi. “Un infinito ringraziamento ed una immensa soddisfazione per l’impegno instancabile e per gli importanti risultati conseguiti. Prosegue senza sosta l’impegno di tutte le Forze dell’ordine sul territorio della Capitale per garantire sicurezza e legalità. Le Istituzioni – aggiunge – sono sempre al fianco della comunità. Anche in un momento così delicato per il nostro Paese, non può esservi tregua nella lotta al crimine organizzato”.

https://www.romatoday.it/cronaca/arresti-tor-bella-monaca-via-camassei-4-maggio-2021.html

Per approfondire