“Ospiteresti un profugo?” “Sì, certo”. Ma poi si tirano indietro… (video)

ospiteresti un profugo

Alla domanda di Filippo Roma delle Iene “ospiteresti un profugo?”, dicono tutti sì. Ma poi si tirano immancabilmente indietro. Questa forse è una delle inchieste più interessanti delle Iene, perché mette a nudo l’ipocrisisa buonista, soprattutto dei big. La più onesta è stata Vladimir Luxuria, che alla domanda diretta ha detto sinceramente di no. “Ho la mia vita, non posso fare una cosa del genere”, ha risposto. Tanto di cappello. Ma tutti gli altri, tutti, hanno detto sì, perché aiutare gli immigrati è una cosa politicamente corretta, bella e molto di sinistra. Ma poi quando le Iene hanno detto che effettivamente erano in contatto con un profugo del Mali e hanno chiesto di portarglielo a casa, la musica è cambiata.

I vip solidali solo a parole…

Qualcuno ha detto francamente di no, ma altri hanno detto sì, salvo poi fare dietro front. Come Valeria Marini, che ha pensato a uno scherzo. Poi quando si stringeva, ha detto no. Le Iene hanno anche fatto vedere un ragazzo che scappava dal “regime militare del Mali”, con tanto di nome, e hanno proposto di portarlo a casa dei vari Vip. Tutti gli intervistati si sono tirati indietro, non facendo una gande figura. Così Alessandro Gassman, Enrica Bonaccorti, Sandra Milo, Pippo Baudo, Giuliana De Sio, Giorgio Pasotti, Ettore Bassi, Gabriele Muccino. Tutti hanno detto sì, ma poi…

Chi è contro l’invasione è da condannare

E’ chiaro che un personaggio pubblico, che ha bisogno del favore del pubblico, dice sì a una proposta del genere, salvo poi tirarsi indietro. Questo dimostra senza ombra di dubbio la dittatura del politicamente corretto che c’è in Italia, dove chi rifiuta l’invasione dei clandestini viene additato come crudele e fascista. E dove un rifiuto comprensibile e sacrosanto viene contrabbandato come segno di aridità di cuore. I clandestini, gli invasori sono sacri per molti italiani. Bisogna accoglierli, sfamarli, dargli il telefonino, i soldi, un’abitazione, consentirgli di delinquere perche poveretti, hanno fame. Chiunque osi dire il contrario va messo all’indice e crocifisso. E’ la dittatura dell’ideologia buonista e di sinistra. E le Iene smascherano facilmente questa ipocrisia… Eh sì, la coerenza è una merce rara.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *