Ostia antica Festival: da Salemme a Perroni, gli appuntamenti da non perdere

ostia antica festival

Si è chiusa lo scorso 8 agosto la prima parte della programmazione dell’Ostia antica Festival – Il Mito e il Sogno. Quasi 5.000 presenze registrate in otto spettacoli grazie all’omaggio al cinema e a Ennio Morricone dell’Orchestra Sinfonica Città di Roma, all’ottimo risultato riscosso da tutte le serate della rassegna Anthology dedicata alle musiche rock, pop e d’autore del ‘900 (Canto Libero, Bohemian Symphony O.Q.T., Estro e Hotel Supramonte con Michele Ascolese ed Ellade Bandini) e degli spettacoli teatrali di Francesco Montanari, Max Giusti, oltre all’intervista frizzante con Arturo Brachetti.

Ostia antica festival, finora 5000 spettatori

La rassegna riprenderà con alcuni nuovi inserimenti in cartellone: il 30 agosto con Vincenzo Salemme con il suo ‘Napoletano? E famme ‘na pizza’, guida ironica per sfuggire ai luoghi comuni partenopei (tratto dal suo ultimo omonimo libro uscito a marzo per Baldini&Castoldi) per la prima volta in tour, l’1 settembre con il concerto di Francesco Gabbani ‘Inedito acustico’ e il 3 settembre con Samuel che proporrà un live che ripercorrerà tutta la sua vita di ricerca sonora, dal ‘Il Codice Della Bellezza’, suo primo album solista, ad alcuni brani acustici dei Subsonica, fino alla sperimentazione elettronica dei Motel Connection.

Il 4 settembre tocca ad Andrea Perroni

Venerdì 4 settembre, Andrea Perroni, torna sul palco di Ostia Antica con lo spettacolo ‘Dal Vivo’: definito perla rara dalla critica, lo show prevede anche l’interpretazione in una veste completamente nuova di brani musicali che hanno segnato la carriera dello showman.

Il 5 settembre Stefano Massini, lo scrittore porta in scena ‘L’alfabeto delle Emozioni’; domenica 6 settembre sarà la volta di ‘Dal vivo sono molto meglio’ con Paola Minaccioni e tutti i suoi personaggi, nati in tv, al cinema o alla radio, per offrire uno spaccato dei nostri tempi, una surreale sequenza di caratteri che incarnano i dubbi, le paure e le nevrosi del momento.

Il 10 settembre omaggio a Pino Daniele

Giovedì 10 settembre, un grande ensemble sul palcoscenico dell’area archeologica. Sempre rispettando ovviamente le disposizioni sul distanziamento tra gli artisti. Infatti, l’unione di coro, pianoforti e percussioni per portare in scena l’opera monumentale e di grande suggestione di Carl Orff ‘Carmina Burana – Cantiones Profanae’. Venerdì 11 settembre ultimo appuntamento di Anthology con l’omaggio a Pino Daniele. Evento presentato dal gruppo Gente Distratta. L’appuntamento vede come ospite speciale, colui che per tanti anni è stato il percussionista preferito del cantante partenopeo: Tony Esposito.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *