Raggi alla caccia della ricandidatura fa pure il questore

raggi questore

Virginia Raggi sempre più risucchiata dalla campagna elettorale per il Campidoglio. Lei già crede di essere ricandidata, nonostante la legge fondativa dei grillini lo proibisca. Ma la cambieranno sicuramente: la poltrona è più importante dei principi. E quindi la Raggi tenterà vanamente di riprendersi Roma, magari con l’aiuto del Pd di Zingaretti, che il potere non lo vuole certo mollare. Vediamo il sindaco che gira come una trottola, per essere presente da ogni parte della città. Inaugurazioni, passerelle, visite di solidarietà, e tanto tanto antifascismo. Così il Pd è contento e magari la appoggia nella sua campagna elettorale.

La Raggi si prende anche meriti non certo suoi

Ma la Raggi arriva al punto di assumere anche il reuolo di questore di Roma, prendendosi anche meriti non suoi. Come quello relativo all’operazione “Tramonto” contro i clan criminali di Ostia. Sono state confiscate in via definitiva 6 imprese costituite dal clan Fasciani per la gestione di uno stabilimento balneare a Ostia. I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito la confisca, disposta dalla Corte di Appello capitolina, per un valore complessivo di circa 3 milioni di euro. E nel suo iperattivismo comunicativo, fa un tweet per prendersi il merito dell’operazione. Tanto che persino alcuni suoi follower le fanno notare che certo non è merito suo.

Tutto fa bordo per i grillini in disarmo

Insomma, tutto fa brodo per accattivarsi un po’ di simpatie, soprattutto dalla sinsitra, senza la quale è ben difficile che la Raggi possa essere ricandidata, dopo come ha ridotto Roma. Il peggior sindaco di sempre non riesce neanche a garantire l’ordinaria amministrazione. E non è faziosità, ma basta girare per Roma per rendersene conto. Intere zone del territorio sono fuori il controllo delle istituzioni, le strade sono piene di buche, in qualsiasi zona, la criminalità dilaga. E il problema dei campi rom, che aveva promesso di risolvere, è addirittura peggiorato. Ma le forze dell’ordine funzionano, nonostante la Raggi.

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *