Regina Margherita, si riaccende la telecamera sulla preferenziale. Ed è polemica

Si riaccenderà dal 29 marzo l’occhio elettronico piazzato per controllare la corsia preferenziale di Viale Regina Margherita ai Parioli. Nella direzione che partendo dall’Università La Sapienza porta fino all’incrocio con via Nomentana. Una telecamera che era stata installata e messa in funzione il 1 novembre del 2020, salvo poi essere stata disattivata il 1 gennaio di quest’anno. Per diverse motivazioni, anche se quelle ufficiali del Municipio hanno sempre parlato della necessità di ulteriori lavori. Come le potature degli alberi, e la sistemazione del cordolo basso a terra che delimita la corsia protetta. In realtà però contro la telecamera si erano da subito scatenati cittadini e opposizioni. Con una argomentazione molto chiara. Quel tratto di Viale regina Margherita infatti è spesso soggetto ad una doppia fila selvaggia. Senza particolari controlli. In questo modo, gli automobilisti sarebbero costretti ad impegnare la preferenziale, anche non volendo. Perchè la corsia normale di marcia risulta occupata.

Ecco allora la richiesta di punire i furbetti, ma di non penalizzare gli utenti della strada perbene. Che comunque in qualche modo devono circolare. Una polemica che è montata in questi mesi, fino alla minaccia di una ‘class action’. Per riavere indietro i soldi delle multe non dovute. Mentre il gruppo di Fratelli d’Italia ha presentato una mozione in Municipio II. Chiedendo di spengere tutto fino ad ulteriori verifiche. Documento che però la maggioranza a guida PD ha bocciato, respingendolo al mittente.

Campidoglio ‘sparamulte’, ecco i nuovi autovelox per mazzolare i Romani

Fratelli d’Italia, il PD pensa a fare cassa e non ai cittadini

E forti critiche sulla decisione di riaccendere la telecamera di controllo sulla preferenziale di Viale Regina Margherita sono arrivate anche da Fratelli d’Italia. Per bocca dei consiglieri del Municipio II Paolo Holljwer e Sandra Bertucci. Spalleggiati dai componenti del direttivo romano del movimento di Giorgia Meloni Stefano Erbaggi e Alessandra Consorti.  “Ancora una volta i dem hanno bocciato un documento da noi presentato – hanno attaccato i firmatari della mozione. Che chiedeva tra l’altro, alla luce di quanto emerso nel dibattito alla presenza di Roma Mobilità e del Gruppo della Polizia Locale Parioli, di annullare le multe ingiustamente recapitate. A chi, per la scarsa segnaletica, la mancanza di cordoli e le auto in doppia fila, è stato costretto ad invadere piccoli tratti di preferenziale. Un atteggiamento, quello del Pd locale, che riteniamo ottuso e vessatorio nei confronti dei cittadini – hanno concluso gli esponenti di FDI. E che dimostra, ancora una volta, l’incapacità dell’Amministrazione Del Bello di prendersi carico dei problemi che affliggono i cittadini. Ancor di più in questo momento di difficoltà dovuto alla pandemia”.

https://www.romatoday.it/zone/parioli/preferenziale-regina-margherita-telecamera-accesa-29-marzo.html

Per approfondire