Rifiuti: a Manziana multati 6 “turisti” della spazzatura. A Tragliatella due arresti

turisti spazzatura

Sono i viaggi della speranza quelli che alcuni cittadini romani i turisti della spazzatura effettuano fuori dal Comune di residenza per buttare la spazzatura che nella Capitale ormai nessuno raccoglie più. Effettuano viaggi con i portabagagli carichi di sacchi della spazzatura, che buttano nel primo cassonetto vuoto. Laddove si

Ieri, i Carabinieri della Stazione Forestale di Manziana e della Stazione di Palombara Sabina, in due distinte attività hanno sanzionato sei persone per abbandono di rifiuti urbani al suolo per un totale di 3.600 euro.

Ai turisti della spazzatura multe da 600 euro

I Carabinieri Forestali, dopo aver rinvenuto diversi sacchi di plastica pieni di rifiuti indifferenziati e documenti cartacei sparsi in varie località nei comuni di Bracciano e Moricone, ne hanno accertato la provenienza e rintracciati proprietari, facendo scattare nei confronti dei turisti della spazzatura la sanzione amministrava di 600 euro.

A Tragliatella incendiavano rifiuti tossici: due in manette

A “Tragliatella”, i carabinieri hanno invece arrestato 2 uomini di 46 e 58 anni, sorpresi a dare alle fiamme un grosso cumulo di rifiuti pericolosi, consistenti in materiale plastico, fili elettrici e scarti di lavorazione del legno, su un terreno di circa 1.000 mq.

I Carabinieri, coadiuvati dai vigili del fuoco, hanno domato le fiamme e hanno messo in sicurezza l’area, che è stata successivamente sottoposta a sequestro amministrativo. Una volta individuato il proprietario del terreno, un 57enne del posto, i militari hanno fatto scattare la denuncia a piede libero per il reato di attività di gestione non autorizzata di rifiuti pericolosi. Al termine delle operazioni, i due sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari presso le loro abitazioni in attesa dell’udienza di convalida.

Per approfondire