Roma fa schifo, la protesta contro il degrado nelle case popolari a San Basilio (video)

La protesta contro il degrado nel quale sta affogando la capitale guidata dall’amministrazione Raggi ormai è come un fiume in piena. I cittadini non ne possono più della spazzatura abbandonata per strada e dei roghi tossici che si innalzano dai campi nomadi fuori controllo. Delle erbacce non tagliate e delle risse tra immigrati ubriachi che si succedono quasi ogni notte. Al centro come in periferia. La scusa che la colpa è di chi governava prima non regge più, e adesso la gente vuole risposte. E nonostante il ccvid e il distanziamento sociale inizia a scendere in strada. Per gridare la propria delusione e il desiderio di un cambiamento. Che purtroppo in questi quattro anni non si è visto, se non in peggio. Gli ultimi in ordine di tempo a protestare stavolta sono stati i residenti di San Basilio. Nella periferia est di Roma. Con una video denuncia che l’associazione Dillo a Noi Roma ha subito messo in rete. E la consigliera regionale della Lega Laura Corrotti si è prontamente recata in zona per verificare di persona lo stato delle cose. A cominciare da una perdita d’acqua che nessuno ripara. E che ha allagato via Fabriano appena rifatta. Proprio davanti alle case popolari dell’Ater. E cioè della Regione Lazio amministrata dal presidente Nicola Zingaretti.

E’ ancora degrado Capitale. Stavolta Dillo a Noi Roma va a Ponte di Nona (video)

A San Basilio a via Fabriano case Ater nel degrado e senz’acqua da un mese. Per una perdita che nessuno ripara 

Degrado e sporcizia ovunque, al centro come in periferia. E San Basilio non fa eccezione. Con una aggravante però. Che in via Fabriano gli inquilini delle case popolari sono senza acqua da oltre un mese. Con la gente costretta a lavarsi riempiendo le bottiglie alle fontanelle. In piena estate e con l’emergenza sanitaria in corso. Una situazione assurda, denunciata dall’associazione Dillo a Noi Roma e dalla consigliera regionale della Lega Laura Corrotti. E gli inquilini dell’Ater sono scesi in strada perché di questa situazione non ne possono più. L’Acea dice che è competenza della Regione, ha dichiarato una donna esasperata. E la Regione afferma che questo tipo di riparazioni spettano al comune. Come a palla avvelenata, ognuno evita di prendersi le proprie responsabilità. E intanto la gente viene letteralmente abbandonata al suo destino. Anche il praticello che circonda queste case e’ incolto. E se non intervengono gli inquilini a loro spese non provvede nessuno.

Dentro le case della vergogna. Tra infiltrazioni muffa e intonaco che cade a pezzi. Ma la Regione e il comune sono assenti 

L’associazione Dillo a Noi Roma è riuscita a filmare anche la situazione all’interno delle case popolari di San Basilio a via Fabriano. Dove da un mese per una perdita alla rete idrica non c’è acqua corrente. Ma in compenso la muffa all’interno degli appartamenti la fa da padrona. Insieme agli intonaci staccati, e alle prese elettriche non a norma. E mai sostituite. E se si cammina nel cortile, si rischia di prendere in testa un pezzo di intonaco pericolante. Che da un momento all’altro può cadere dai balconi. Non siamo cittadini di serie B, protestano esasperati i residenti. Vogliamo risposte subito, perché non meritiamo di essere trattati come bestie. E alla Raggi e a Zingaretti saranno sicuramente fischiate le orecchie.

In diretta da San Basilio con Laura Corrotti e con i residenti che vivono in condizioni assurde‼️

Pubblicato da Dillo a Noi Roma su Martedì 14 luglio 2020

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *