Roma, l’ordinanza del Comune contro gli sprechi dell’acqua: “Innaffiate meno le piante”

Acea Ato 2

“Limitate al minimo l’uso dell’acqua potabile per l’irrigazione di orti e giardini, per usi ludico-ricreativi e sportivi”. Il Sindaco di Roma Gualtieri ha emesso un’ordinanza urgente per limitare l’uso dell’acqua potabile a fronte dell’arrivo dell’estate e della calura. Una nota del Campidoglio rende valido il divieto fino al prossimo 30 settembre 2024.

“A fronte delle elevate temperature – si legge – e del consistente incremento dei consumi idrici in atto, è necessario contenere il consumo di acqua potabile da usi diversi da quelli domestici al fine di limitare possibili disagi ai cittadini durante il periodo estivo, contrastando ogni possibile spreco”. Per gli usi di irrigazione e luidico-ricreativi si invitano i cittadini di Roma “a ricorrere ove possibile a fonti alternative di approvvigionamento idrico e a forme di riutilizzo e riduzione dei consumi”. La violazione dei predetti divieti prevede una multa fino a 500 euro.

Lo spreco d’acqua in Italia

A monitorare la situazione sullo spreco dell’acqua in Italia è l’Istat, che fornisce periodicamente i dati sul monitoraggio della gestione di questa preziosa risorsa.  Nel dettaglio, c’è stato un leggero miglioramento per quanto riguarda lo spreco d’acqua immessa in rete a causa delle dispersioni idriche dalle reti di adduzione e distribuzione, pari a 0,9 miliardi di metri cubi all’anno e sceso dal 37,3% del 2018 al 36,2% del 2020

Spreco di acqua: cosa fare per ridurlo

Per tutelare questo bene prezioso e sempre più scarso è importante utilizzare l’acqua in modo più razionale e parsimonioso, seguendo alcuni consigli per risparmiare acqua :

  • Mantenere chiuso il rubinetto quando non serve l’acqua, per esempio mentre ci si insapona o si spazzolano i denti;
  • Utilizzare i programmi ECO di elettrodomestici come la lavatrice e la lavastoviglie;
  • Preferire una doccia veloce di 3-5 minuti rispetto al bagno in vasca;
  • Lavare frutta e verdura in una bacinella invece di usare l’acqua corrente;
  • Installare rubinetti rompigetto a basso consumo idrico;
  • Riparare subito eventuali perdite, gocciolamenti e trasudi.

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook