Sgombero del Circolo futurista Casal Bertone: incidenti con i militanti di CasaPound (video)

circolo futurista

Nove fumogeni e almeno due bombe carta sono stati esplosi contro i poliziotti da una quarantina di militanti di Casapound che, puntuali alle 6, si sono fatti trovare all’ingresso del circolo futurista per scongiurare lo sgombero già deciso in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Lo rende noto la Questura di Roma in una nota, specificando che i locali in via Orti di Malabarba e via Enrico Cosenza sono di proprietà dell’Inps, occupati abusivamente e trasformati nella sede del “Circolo Futurista Casal Bertone”, chiamato “Spatium Nostrum”, e dell’associazione “La Salamandra”, oltre ad essere adibiti a deposito di materiale edile.

All’alba scontri davanti al circolo futurista di Casal Bertone

Circa 40 aderenti a Casapound, armati di caschi e protezioni, si sono parati davanti all’ingresso del circolo per impedire l’ingresso della forza pubblica. In cinquanta poliziotti sono avanzati con l’intenzione di far indietreggiare i manifestanti che, in tutta risposta, hanno lanciato fumogeni e 2 bombe carta. “A quel punto si è dovuto procedere ad allontanare i manifestanti utilizzando una forza proporzionata e necessaria – sottolineano dalla Questura – anche con uso di alcuni lacrimogeni a mano, necessari per vincere la resistenza degli attivisti” che effettivamente si sono poi allontanati dall’ingresso permettendo così il proseguimento dello sgombero. Due agenti, colpiti al volto, sono ricorsi alle cure dei sanitari e sono in corso le operazioni di identificazione delle persone che hanno partecipato attivamente all’azione.

Marsella di CasaPound: “Fatto gravissimo, colpiscono solo noi”

“Quello che è successo è gravissimo: ogni forma di dissenso viene repressa a suon di lacrimogeni e manganelli. La motivazione è ovvia: la decisione di questo sgombero lampo arriva dopo le proteste contro il governo Draghi. Siamo stati gli unici a scendere in piazza e questa è la conseguenza”. E’ quanto dichiara Luca Marsella, già consigliere a Ostia e fermato durante i momenti di tensione di questa mattina per lo sgombero del Circolo Futurista di Casal Bertone. “A Roma ci sono decine e decine di centri sociali e occupazioni di immigrati giunti più volte alle cronache per spaccio di droga e addirittura stupri, ma Gualtieri si presenta a Roma accanendosi contro una delle poche occupazioni dove non sventola la bandiera rossa, attiva da 13 anni e protagonista di tantissime iniziative di solidarietà e cultura”, sottolinea Marsella (Casapound).

“Evidentemente voci libere, che non hanno paura di prendere posizione, sono scomode per una classe politica asservita e imbelle. Una classe politica che si illude di fermarci sgomberando come ripicca le nostre sedi: con o senza, ci troverete sempre in strada a difendere un’Idea, spine nel fianco di chi ha barattato la propria Nazione per un comodo tornaconto”, conclude.

 

Per approfondire