Stasera messa in streaming per Gaia e Camilla

gaia e camilla messa

Gaia e Camilla, le due ragazze sedicenni investite quattro mesi fa a corso Francia a Roma, saranno ricordate stasera. Lo ha annunciato la mamma di Gaia in un post pubblicato su facebook. Nonostante il coronavirus, l’abolizione delle libertà, e tutto il resto, alle 18.15 sarà celebrata un messa in streaming, basterà andare su Instagram. “Chiunque può partecipare, basta andare su Instagram amicipreziosissimosangue e su Facebook alla pagina preziosissimo sangue – ha spiegato la mamma Gabriella – Grazie per tutti quelli che ci saranno vicini”. Era pochi giorni prima di Natale.

Gaia e Camilla uccise pochi giorni prima di Natale

Il ricordo per i romani è ancora vivissimo. Le due ragazze furono investite da un suv su corso Francia, condotto da un ventenne. Si accese subito un dibattito se fossero sulle strisce o meno, se l’auto andasse a forte velocità, e il ragazzo poi aveva il tasso di alcool troppo alto. I pubblici ministeri nei giorni scorsi hanno chiesto il giudizio immediato per il ventenne Pietro Genovese, accusato di omicidio stradale plurimo. Il giovane si trova da quattro mesi agli arresti domiciliari. Una perizia ha dimostrato che l’auto andava troppo forte, mentre il ragazzo sostiene di essere partito dal semaforo.

Giulia Bongiorno convinta che attraversarono sulle strisce

L’avvocato della famiglia di Gaia è Giulia Bongiorno, la quale sostiene che le ragazze si trovavano sulle strisce pedonali, o a pochi metri, come dice la perizia, ed è intenzionata a dimostrarlo in aula. Lo scorso 10 febbraio si svolse una superperizia sul luogo della tragedia. I vigili urbani chiusero la strada e gli esperti poterno ricostruire l’accaduto. Sembra emergere il concorso di colpa. perché, sempre secondo la perizia, le ragazze avrebbero attraversato 18 metri dopo le strisce ma in un tratto poco visibile. D’altra parte, se Genovese avesse rispettato i limiti di velocità, le ragazze avrebbero fatto in tempo a completare l’attraversamento pedonale. Rimane solo il dolore di tutti per due giovani vite stroncate prematuramente. E il ricordo.

(Foto da Vignaclarablog)

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *