Targa a Carlo Azeglio Ciampi, un altro errore. E il web si scatena

Non sembra esserci pace per la targa dedicata all’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Un omaggio all’illustre personaggio fortemente voluto dalla sindaca Raggi. Che aveva anche speso delle belle parole sull’iniziativa, ricordando il suo impegno preso direttamente con la signora Franca. In occasione di una chiacchierata amichevole. “Lo scorso dicembre, in occasione del 100esimo compleanno di donna Franca ho avuto la possibilità di scambiare con lei una telefonata affettuosa – aveva reso noto la sindaca. Ed in quella occasione si era parlato della richiesta che veniva da più parti di intitolare una via a suo marito. Io credo che la toponomastica sia la carta di identità di una città. I cittadini devono poter guardare con ammirazione agli esempi dati dalle persone a cui sono intitolate le strade”. 

Purtroppo però, come è ampiamente noto, il giorno dell’inaugurazione qualcosa è andato storto. Perché quella targa sotto al drappo con i colori della città non è stata mai scoperta. Motivo, la scritta era sbagliata. Azelio anziché Azeglio. Una gran brutta figura, anche perché l’evento si doveva celebrare alla presenza delle massime cariche dello Stato. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, e quelli di Camera e Senato Fico e Casellati. Ma poi il macroscopico sbaglio è stato corretto. Il capogruppo al comune del M5S  Paolo Ferrara ha parlato anche di un possibile boicottaggio. Il responsabile e’stato sanzionato. E la scritta finalmente scoperta. Ma incredibilmente, anche questa nuova versione presenta un errore. Meno appariscente, certo. Ma il web lo ha notato. E i commenti si sono sprecati.

Figuraccia a 5 Stelle: la Raggi sbaglia la targa con il nome di Ciampi

Ora sulla targa dedicata all’ex Presidente Ciampi l’errore è sul posizionamento delle date

Targa nuova quindi, ed errore riparato. Così devono aver pensato in Campidoglio, ma anche in questa versione qualcosa non quadra. Si tratta del modo in cui sono state posizionate le date di nascita e di morte dell’ex Presidente della Repubblica. Che vanno sotto al nome e al cognome del personaggio. Mentre in questo caso, sono state scolpite accanto alla carica. E secondo le regole della toponomastica, messe così indicherebbero gli anni di permanenza nel ruolo di Presidente. Dal 1920 al 2016. Quando invece ovviamente i 96 anni si riferiscono alla durata della vita dello stesso Ciampi. Certo, la questione è più sottile della precedente. E quasi certamente la targa rimarrà così com’è. Ma sul secondo sbaglio non sono mancate le critiche e l’ironia. Non certo verso l’illustre personaggio, ma contro il pressappochismo di chi amministra la città.

Hanno toppato di nuovo! Incredibile! Le date di nascita e morte vanno scritte sotto il nome. Le date poste a fiancodella carica indicano il periodo in cui la persona rivestiva tale carica…per rimediare all’errore hanno reso Ciampi Presidente della Repubblica per 96 anni...” Scrive un cittadino, Andrea Liburni su Facebook. Certo è che tutti possono commettere un errore in un occasione particolare. Ma forse due sono un po’ troppi.

https://www.ilcorrieredellacitta.com/news/roma-non-ce-pace-per-la-targa-dedicata-a-ciampi-nella-scritta-ce-un-altro-errore-foto.html

 

Per approfondire