Tenta di rubare la bici al rider che fa le consegne, la folla blocca un tunisino 38 enne. Arrestato

Non c’è veramente limite al peggio. Incredibile quanto successo nella serata di ieri, lunedì 15 agosto. Quando attorno alle 20.30, in viale della Venezia Giulia, è andato in scena un tentativo di furto. Fin qui nulla di strano. Infatti, specialmente a Ferragosto i ladri sono scatenati. Approfittando della città semivuota, e dei controlli per forza di cose allenati. Ma la particolarità di quanto successo, sta nella singolarità del furto. Infatti, un tunisino 38 enne aveva preso di mira una bicicletta, parcheggiata al lato della strada. Solo che il mezzo, tra l’altro legato con una catena, non era affatto abbandonato. Ma apparteneva a un rider, impegnato ad effettuare alcune consegne. Lavorando onestamente, a differenza del malintenzionato. Che è stato visto dai passanti armeggiare accanto al lucchetto della bici. E quindi circondato e fermato in attesa dell’arrivo della polizia.

“Rider”, mestiere difficile. Poco tutelati e molto esposti: è ora di cambiare

Il rider soccorso dalla gente

Il rider oggetto del tentativo di furto, è stato soccorso dalla gente di passaggio. Che ha notato un tipo sospetto armeggiare attorno alla sua bici. Subito i passanti, hanno solidarizzato con il lavoratore. Che a Ferragosto era intento a consegnare la merce, per ricevere la paga derivante da un onesto lavoro. Tutto all’opposto del 38 enne marocchino, che le dava di fare bottino facile. E che invece ha dovuto rinunciare ai suoi intenti. Colto sul fatto, è stato arrestato. E dovrà rispondere di tentato furto davanti alla legge. La bici, intatta, è stata così restituita prontamente al legittimo proprietario. Che ha potuto continuare tranquillamente il lavoro, e terminare le sue consegne.

Per approfondire