Tunisino svaligia un ristorante e beve i liquori: preso all’alba ubriaco

tunisino ristorante

I Carabinieri della Stazione di Ostia hanno arrestato un 38enne tunisino, già con precedenti, accusato di furto aggravato in concorso in un ristorante. In particolare, i militari hanno fermato l’uomo all’interno di un ristorante del Lido di Ostia in evidente stato di ebbrezza, ove si era introdotto nel corso della notte unitamente ad un complice, che è riuscito poi a dileguarsi, scassinando la finestra.

Dal sopralluogo e dall’immediata visione del sistema di videosorveglianza, i Carabinieri hanno accertato come il 38enne si è introdotto nel ristorante in quel momento chiuso, mettendo a soqquadro gli ambienti e riuscendo a rubare vari generi alimentari: liquori, vini pregiati nonché un microonde e varia attrezzatura da lavoro, per un valore complessivo quantificato in diverse migliaia di euro, portati via dal complice, mentre l’uomo accatastava altra merce da rubare.

I carabinieri hanno fermato il ladro tunisino nel ristorante

Nel frangente però, il 38enne ha iniziato ad aprire e consumare numerose bevande alcoliche, fino ad addormentarsi all’interno del magazzino. I Carabinieri, infatti, quando sono intervenuti hanno bloccato l’indagato e, dopo aver ricostruito i fatti, lo hanno arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il Tribunale di Roma ha convalidato l’arresto e, all’esito del giudizio direttissimo lo ha ritenuto responsabile del reato di furto aggravato, condannandolo alla pena di 1 anno e 4 mesi di reclusione.

Il blitz dei carabinieri al liceo Plinio

In queste ore ha fatto scalpore anche il blitz di questa mattina davanti al liceo romano Plinio. Rispetto al controllo dei documenti di questa mattina davanti al liceo ‘Plinio Seniore’ a Roma, i Carabinieri fanno sapere che si è trattato di “un controllo di routine, a garanzia degli studenti, effettuato al di fuori della scuola per prevenire reati di spaccio o d’altro tipo”. Inoltre, “la dirigente scolastica era stata avvertita e sono state controllate 80 persone in tutto, non solo studenti”.

Per approfondire