Un sondaggio promuove Draghi. Ma (clamoroso) piace più agli elettori di FdI che a quelli leghisti

Draghi sondaggio

I sostenitori di Giorgia Meloni apprezzano Mario Draghi più degli elettori di Matteo Salvini (che pure sostiene il governo e ne fa parte): un singolare paradosso che emerge dal sondaggio Winpoll per il Sole 24 ore.

Roberto D’Alimonte, che ha commentato il sondaggio per il Sole 24 Ore, ha analizzato nel dettaglio i numeri. E sono dati su cui riflettere.

Nel complesso il 76% degli italiani giudica molto o abbastanza positivamente la gestione della pandemia da parte del governo Draghi. E, andando ad analizzare i voti partito per partito, spicca il 64% degli elettori di Fratelli d’Italia che si esprime a favore del governo.

Gli elettori della Lega, per dire, non vanno oltre il 62% del gradimento. La differenza è ancora più netta per quello che riguarda le politiche economiche del governo. In questo caso, per il sondaggio il 51% dei sostenitori di FdI giudica positivamente Draghi. Mentre solo il 41% dei leghisti è contento delle riforme economiche di Draghi.

Nel sondaggio Winpoll Sole 24 Ore si parla anche di preferenze elettorali. E qui il disastro pentastellato emerge plasticamente. Il M5s scende ai suoi minimi storici (11%). Mentre Forza Italia cresce (10%) Negli ultimi mesi, c’erano 4 partiti distanziati da pochi punti. Erano Pd, Fratelli d’Italia, Lega e M5s. Erano i 4 partiti con maggiore gradimento, quelli che avrebbero preso più voti in caso di elezioni.

Draghi promosso in economia

I 4 si scambiavano le posizioni di vertice, anche se M5s era fuori dal podio (virtuale) già da tempo. Ora però il M5s è in caduta libera: secondo Winpoll il partito fondato da Grillo è precipitato dal 15-16% ad appena 11%. Non solo lontano dalle prime piazza, ma soprattutto incalzato da Forza Italia del nemico storico Berlusconi, che è risalito oltre il 10%.

La lettura del sondaggio va letta con cautela ma non sottovalutata. Che la politica attuata dal governo (sia sul green pass che relativamente ai temi economici) non sia gradita alla base del Carroccio è noto a tutti.  Molti esponenti della Lega in Parlamento e nel governo hanno usato espressioni forti contro le politiche proposte dal premier Draghi. Più sorprendente, semmai, che gli elettori di Fratelli d’Italia siano più “filogovernativi” di quanto s’immaginasse. Per quel che valgono i sondaggi, sono dati da tenere presenti, sia per il partito della Meloni che per quello di Salvini.

Per approfondire