Vaia contro i catastrofisti del Covid: “Cari politici, lavorate senza colpevolizzare i cittadini”

Vaia Cts

Il professor Vaia bacchetta i politici catastrofisti del Covid. E lo fa con parole chiare e nette. “Al di la delle tante chiacchiere che, soprattutto in questo periodo, sarebbe bene limitare per garantire la necessaria serenità del Paese di cui tutti avvertiamo l’esigenza, quello che conta sono i numeri ed il nostro lavoro. Non si tratta di sottovalutare, mai l’abbiamo fatto e mai lo faremo. Ma adesso è il tempo dell’azione più che della critica e dello spauracchio. Comprendo la buona fede di coloro che pensano che avvertire in maniera forte dei rischi possa determinare una risposta dei cittadini più rigorosa. Rispetto queste posizioni ma da sempre la mia è quella della persuasione e del convincimento della scienza e delle sue ragioni che adesso si dimostrano sempre più vincenti”. Così il direttore dell’Inmi Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, commenta il bollettino odierno dell’Istituto con ricoveri in discesa.

Vaia: “Sulla lotta Covid troppe chiacchiere”

Secondo Vaia “questo è il tempo che la politica intervenga più che analizzi. E, se mi posso permettere, è anche il tempo di eliminare il ‘ma’ dai nostri dibattiti o ‘va meglio ma…’. Se abbiamo un problema – rimarca il direttore – dobbiamo risolverlo non lanciarlo come clava sulle spalle dei cittadini. Ribadisco, il presidente del Consiglio Draghi ha la necessaria autorevolezza per mettere insieme le grandi aziende e spronarle a fare sempre di più e meglio sia in termini di produzione dei vaccini che di loro adeguamento alle varianti”.

Da fine luglio il vaccino ai dodicenni

Sono intanto partite nel Lazio le prenotazioni del vaccino anti-Covid per la fascia d’età 12-16 anni, i ragazzi di età compresa tra 12 anni compiuti (nati nel 2009 e con 12 anni compiuti alla data di vaccinazione) e 16 anni (nati nel 2005). Per le prenotazioni si può accedere sul sito: www.prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/welcome. Lo ricorda l’assessore alla Sanità della Regione Lazio sul proprio account social ‘Salute Lazio’. “L’adesione alla vaccinazione è libera e volontaria, il vaccino disponibile è Pfizer/BioNtech (Comirnaty) e le prenotazioni dovranno essere effettuate da un genitore o chi ne fa le veci”, ricorda l’assessorato.

 

Dove prenotare

“Le somministrazioni saranno effettuate a partire dalla terza settimana di luglio. Un ulteriore passo in avanti per raggiungere l’obiettivo dell’immunizzazione e far ripartire in sicurezza le scuole”, precisa l’Unità di crisi della Regione Lazio in una nota.

 

Per approfondire