La gente ha fame, e la Raggi invita a comperarsi la bici (video)

La gente a Roma ha fame, perché sono due mesi che non lavora. Serve il pane gratis, e invece la sindaca Raggi propone gli incentivi per comperare le biciclette. Questa la denuncia di Claudio Di Francesco durante la trasmissione Roma di sera condotta dal giornalista Andrea Bozzi. Di Francesco è stato intervistato come presidente dell’associazione Dillo a Noi Roma sul problema delle strisce blu. Che da lunedì scorso sono tornate a pagamento. E il conduttore ha chiesto al sindacalista segretario regionale della FAISA Sicel se il provvedimento sia stato preso per portare un po’ di soldi nelle casse dell’ATAC. Ma la risposta è stata lapidaria. Quello che è stato fatto a Roma merita solo un nome, ha sentenziato Di Francesco. Si tratta di una boiata.

Siamo l’unica città in cui sono state riattivate le strisce blu, e in cambio ci vogliono dare gli incentivi per le biciclette. Con le persone che da due mesi stanno agli arresti domiciliari. E nessuno pensi di fare cassa con gli autisti dell’ATAC. Chiaro il riferimento alla maxi multa comminata l’altro giorno all’autista che si era tolto la mascherina.

Trasporti nel caos, oltre al rischio salute arrivano le multe per gli autisti

 

Di Francesco della FAISA Sicel attacca la Raggi. Le persone sono alla fame, e lei pensa agli incentivi per la bici

I problemi dell’ATAC non si risolvono rimettendo a pagamento le strisce blu. Almeno questo è il pensiero di Claudio Di Francesco, ospite in una trasmissione televisiva di una nota emittente romana. Forse la sindaca Raggi non si è resa conto della situazione reale che c’è in città. Con la gente che si trova in gravissime difficoltà economiche. Spesso alla fame. E che non riesce a mettere insieme il pranzo con la cena. E ora la prima cittadina ci dice che avremo gli incentivi per acquistare le biciclette. E’ una vergogna, non c’è lavoro e bisogna impegnarsi a fare le cose serie. Il Campidoglio deve fare in modo che la gente possa rientrare a livello economico. Perchè l’unica priorità adesso è questa. Le strisce blu devono rimanere gratis, e il trasporto pubblico deve essere garantito. E accessibile per tutti.

La Raggi unisce tutti. Contro le strisce blu a pagamento è rivolta

La maxi multa all’autista dell’ATAC è una vergogna

E la maxi multa fatta l’altro giorno all’autista dell’autobus è un fatto grave. Perchè il lavoratore può anche aver sbagliato a togliersi la mascherina. Ma fa parte di quelli che sono sempre andati al lavoro. Rischiando a mani nude, loro e le loro famiglie. Togliere a una persona così 400 euro in questo momento è inaccettabile. Ora vanno fatte solo cosse serie, conclude Di Francesco. E in effetti di annunci ne abbiamo sentiti tanti. ma di aiuti concreti per le persone ancora se ne vedono pochi o niente. Ma una cosa è certa, le amministrazioni non possono pensare di risolvere i loro problemi spremendo ancora i contribuenti. Perchè i soldi adesso sono finiti per davvero. Così come la pazienza dei cittadini romani.

LA RAGGI SENZA RITEGNO!

LA RAGGI SENZA VERGOGNA!!!RIATTIVA IL PAGAMENTO DELLE STRISCE BLU, E FA INCENTIVI PER ACQUISTO DI BICICLETTE, INVECE DI PENSARE AL POPOLO CHE NON HA PIU' LAVORO E DA DUE MESI D'ARRESTI DOMICILIARI NON PRENDE UNA LIRA…GRAZIE ALL'AMICO Claudio de Francesco SINDACALISTA ATAC, CHE NON HA PELI SULLA LINGUA!VIDEO DA Italia Sera SEMPRE SUL PEZZO!

Pubblicato da Dillo a Noi Roma su Martedì 5 maggio 2020

 

 

 

Per approfondire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *